La pillola anticoncezionale nuoce alla coppia

Che potesse inibire il desiderio sessuale è cosa risaputa da tempo ma che addirittura la pillola anticoncezionale porterebbe molte coppie alla rovina è cosa nuova.

Secondo uno studio inglese pubblicato sulla rivista Proceedings of the Royal Society Biological Sciences la pillola è in grado di influenzare la donna nella scelta genetica del partner e dunque una volta sospesa l’assunzione si potrebbe non provare più attrazione per il proprio compagno.

La pillola anticoncezionale, dice lo studio, potrebbe infatti modificare la capacità della donna di scegliere un partner geneticamente diverso da lei attraverso l’odore emanato dal corpo; uomini e donne, dicono i ricercatori britannici, scelgono il loro partner in base all’odore emanato dal corpo che viene indirettamente determinato dall’interazione dei geni definiti del "complesso maggiore di istocompatibilità" (che servono a produrre le proteine coinvolte nella risposta immunitaria) con i batteri che vivono sulla pelle.

In questo modo siamo attratti da chi, nel Dna, ha geni diversi dai nostri, così da mantenere una certa diversità genetica utile per l’evoluzione della specie; i ricercatori hanno dunque studiato l’effetto della pillola su questo sistema di selezione chiedendo a cento donne, prima e dopo l’assunzione del contraccettivo, di annusare i campioni dell’odore corporeo di 97 uomini e di sceglierne sei.

"I risultati", ha spiegato Craig Roberts, a capo del team di ricerca, "dimostrano che le donne che prendono l’anticoncezionale preferiscono uomini con odori geneticamente simili. Questo può portare non solo a problemi di fertilità, ma anche a una rottura della coppia quando la donna smette di assumere la pillola, visto che la percezione dell’odore gioca un ruolo importante nell’essere attratti dal partner".

Sarà del tutto vero? Non sarebbe più facile ammettere che svegliarsi tutta la vita con la stessa persona accanto può far paura invece che dare la colpa ad un farmaco?