0 Shares 8 Views
00:00:00
17 Dec

Laura Antonelli in miseria, per lei legge Bacchelli

dgmag - 3 giugno 2010
3 giugno 2010
8 Views

Lino Banfi si schiera a favore di Laura Antonelli e lancia, tramite le pagine del Corriere della Sera un appello al ministro dei Beni Culturali Sandro Bondi.

Lino Banfi racconta di un incontro con Laura Antonelli che le ha confessato, disperata, di vivere grazie a una pensione di 510 euro al mese, con i doni della parrocchia e di qualche benefattore e di passare le giornate in preghiera.

La Antonelli, icona sexy negli anni Settanta, fu coinvolta nel 1991 in una storia di droga da cui è poi uscita con un proscioglimento; ha tentato poi il ritorno sul grande schermo con Malizia 2000 prima di sottoporsi ad un disastroso intervento di chirurgia estetica.

"Tanti hanno abusato della mia bontà, forse anche delle mia fragilità", ha detto a Banfi l’attrice, "e dicono che non sono capace di intendere e di volere. Ti prego Lino parla con qualcuno, tu sicuramente, amato da tutti, sarai ascoltato. Io non credo di avere ancora molto da vivere, però vorrei vivere dignitosamente".

La risposta di Bondi è arrivata da poco e il ministro ha fatto sapere che "in seguito a questi colloqui, sarà avviata al più presto la richiesta della procedura per il riconoscimento della legge Bacchelli a favore di Laura Antonelli".

La Legge Bacchelli
(legge n. 440 dell’8 agosto 1985) prevede l’assegnazione di un assegno vitalizio a cittadini che si sono distinti nel mondo della cultura, dell’arte, dello spettacolo e dello sport e che versano in situazioni di indigenza.

Interessante la presa di posizione della Antonelli che ha fatto sapere di voler "essere dimenticata": "ringrazio Lino Banfi e tutti coloro che si stanno preoccupando di me. Mi farebbe piacere vivere in modo più sereno e dignitoso anche se a me la vita terrena non interessa più", ha fatto sapere. La Antonelli vive a Ladispoli, non vede la televisione, ascolta solo Radio Maria e vive la propria esistenza solo ed esclusivamente in senso spirituale.

Loading...

Vi consigliamo anche