0 Shares 10 Views
00:00:00
18 Dec

Le discriminazioni alle donne peggiorano la salute

dgmag - 10 novembre 2009
10 novembre 2009
10 Views

Secondo un rapporto dell’Organizzazione mondiale della sanità dal titolo Donne e salute: i fatti di oggi e il programma di domani, le donne si sacrificano molto più degli uomini per quel che riguarda l’assistenza sanitaria ma solo proprio loro a riceverne di meno.

Stando ai dati, comunque, la speranza di vita delle donne nel mondo è in media da sei a otto anni superiore a quella degli uomini anche se la società sembra quasi non volersi fare carico dei bisogni di salute delle donne.

L’Oms sottolinea che le donne vivono più a lungo degli uomini per via di vantaggi biologici e comportamentali ma in alcune zone del mondo, specie in Asia, questi vantaggi si annullano per via delle troppe discriminazioni sessiste a carico delle donne.

Inoltre, continua l’Oms, anche se le donne vivono più a lungo non è detto che siano sempre in buona salute. Nei paesi meno sviluppati, infatti, il mancato accesso all’educazione, l’assenza di potere decisionale e la debolezza dei redditi limitano la capacità delle stesse a proteggere la loro salute e quella delle loro famiglie.

Il rapporto precisa anche che Hiv, problemi e infezioni legate alla gravidanza e tubercolosi sono le principali cause di decesso tra le donne tra i 15 e i 45 anni nei Paesi sottosviluppati dove si registrano ben 500.000 decessi annuali legati alla maternità.

Nei Paesi sviluppati, e più in generale nel mondo, sono le crisi cardiache e gli incidenti vascolari cerebrali, le cause di morte più frequenti per le donne.

Dati che non stupiscono calcolando le difficili situazioni di discriminazione, completa o parziale, che le donne di tutto il mondo vivono e contro le quali la società civile e la politica sembra muoversi a rilento.

Loading...

Vi consigliamo anche