0 Shares 10 Views
00:00:00
13 Dec

Le donne sono più ordinate degli uomini in ufficio

8 maggio 2009
10 Views

Dymo, l’esperto dell’organizzazione in ufficio, ha presentato i risultati di una ricerca europea sull’organizzazione in ufficio commissionata a Gfk nel mese di marzo ‘09.

La ricerca, che ha coinvolto 1.400 lavoratori in 9 paesi europei, è la prima nel suo genere ad aver analizzato le abitudini nel luogo di lavoro di italiani, francesi, inglesi, tedeschi, spagnoli, belgi/olandesi e svedesi/norvegesi con l’obiettivo di studiare il significato e le forme di organizzazione presenti in ufficio.

La ricerca ha analizzato come le persone ordinano il proprio spazio lavorativo, con quale metodo e strumenti, e come gli europei vengono percepiti in termini di ordinedai vicini di casa. Ciò che emerge e che accomuna tutti i Paesi è che essere organizzati in ufficio significa essere efficienti.

Per quanto riguarda il nostro Paese, il 79% degli italiani ritiene che l’organizzazione in ufficio sia sinonimo di efficienza e il 92% è convinto che un’azienda organizzata sia in grado di risparmiare sulle spese di gestione.

In particolare, le donne sono più propense all’ordine rispetto agli uomini che vivono il fare ordine come una costrizione e hanno prevalentemente scrivanie più disordinate.

L’86% delle donne dichiara che il disordine è fonte di stress, mentre l’89% degli uomini sostiene che essere organizzati permette di concentrarsi maggiormente sui compiti più importanti assolvendoli con più facilità e velocità, avendo tutto sotto controllo.

Dalla ricerca emerge, inoltre, che l’83% degli italiani dichiara di essere più organizzato e ordinato in ufficio rispetto che a casa, con una prevalenza di donne rispetto agli uomini. In generale, quindi, gli italiani attribuiscono grande importanza all’organizzazione e più dell’85% si dichiara fiero di essere riconosciuto dagli altri come una persona organizzata.

Vi consigliamo anche