0 Shares 9 Views
00:00:00
18 Dec

Lei è troppo per me, trailer e recensione

dgmag - 14 giugno 2010
14 giugno 2010
9 Views

E’ possibile che un ragazzo qualsiasi e una bomba sexy trovino la felicità insieme? Questo è il tema centrale di Lei è troppo per me, una fresca commedia di DreamWorks Pictures che mescola elementi di comicità con momenti di struggente romanticismo.

Kirk Kettner (Jay Baruchel) è un giovane sulla ventina, che lavora come agente per la sicurezza dei trasporti presso l’aeroporto di Pittsburgh. Kirk ama trascorrere il tempo con i suoi migliori amici, Jack (Mike Vogel), Stainer (T.J.  Miller) e Devon (Nate Torrence), e nel frattempo accarezza l’idea di poter un giorno tornare insieme alla sua ex ragazza Marnie (Lindsay Sloane), che invece sembra non averne alcuna intenzione.

Nel complesso Kirk è un ragazzo sereno, contento della sua vita, ma tutto cambia il giorno in cui, Molly (Alice Eve) appare, in tutto il suo splendore, al checkpoint dei controlli aeroportuali, dove sbadatamente dimentica il suo cellulare.  

Molly è giovane, intelligente, raffinata e incredibilmente bella: normalmente una donna del genere non degnerebbe Kirk neanche di uno sguardo … E invece,  quando lui le restituisce il telefono, la ragazza, per dimostrargli simpatia e  riconoscenza, lo invita ad una partita di hockey. Kirk accetta, senza rendersi conto che la ragazza dei suoi sogni gli sta dando un vero e proprio appuntamento.   

I due formano una coppia così improbabile che nessuno dei suoi amici o familiari perde tempo a farglielo notare. Secondo una classifica inventata da Stainer, Molly merita 10 perché è il massimo della ragazza che ti può capitare mentre Kirk riesce a malapena a raggiungere il quinto posto.  

Ciononostante Molly intende conquistarlo e mentre Kirk non fa altro che chiedersi cosa una ragazza tanto affascinante possa mai trovare in lui, in cuor suo comincia a credere di possedere doti che solo lei riesce a vedere.

E questo incontro cambia la sua prospettiva: Kirk inizia finalmente a credere in se stesso e ad accarezzare l’idea di un futuro diverso. Ma quando purtroppo fa una pessima figura davanti ai due snob genitori di Molly, la loro relazione si interrompe all’improvviso, con un epilogo rapido tanto quanto l’inizio.

A quel punto, forte di una nuova determinazione, e grazie all’aiuto dei suoi amici, Kirk si lancia in un intrepida missione per riconquistare Molly, cacciandosi in situazioni imbarazzanti e paradossali che generano un’irresistibile ilarità.

A complicare il tutto, sopraggiungono altri due personaggi: l’impetuoso ex ragazzo di Molly e la  possessiva ex ragazza di Kirk.

Ma Kirk riuscirà a dimostrare che, quando lo desideri veramente, l’amore può colmare persino uno svantaggio di cinque punti.

Il trailer di Lei è troppo per me:

Loading...

Vi consigliamo anche