0 Shares 11 Views
00:00:00
14 Dec

Il papà de ‘L’esorcista’ riceverà il Leone d’oro alla carriera a Venezia

Emanuele Calderone
2 maggio 2013
11 Views

Come sempre, anche quest'anno Venezia ospiterà il proprio festival del Cinema, che nel 2013 compie 70 anni di vita. La kermesse si terrà, come di consueto, al Lido, dal 28 Agosto al 7 Settembre.

Grande protagonista del festival sarà William Friedkin, che riceverà l'ambito Leone d'oro alla Carriera. Il regista dell'immortale “L'esorcista” – considerato ancora oggi come uno dei film horror migliori e più originali di sempre – ritirerà il premio per il “contribuito, in maniera rilevante e non sempre riconosciuta nella sua portata rivoluzionaria, a quel profondo rinnovamento del cinema americano”. Ma non è tutto: Alberto Barbera, direttore artistico della Mostra, ha così motivato il premio: “una fedeltà rischiosa ai propri ideali che, allontanandolo dal centro del cinema hollywoodiano, lo ha spinto a cercare nel cinema indipendente quella libertà necessaria a perseguire la ricerca di un linguaggio fatto di spiazzamenti continui, di istinto visivo folgorante, visionario, allucinatorio, eppure insaziabilmente affamato di realtà […]. William Friedkin rappresenta ancora oggi l'esempio di un cinema esigente, intellettualmente onesto, emotivamente intenso, programmaticamente avventuroso ed erratico: un antidoto potente e generoso al crescente livellamento del cinema contemporaneo”.

Il maestro presenterà anche una versione restaurata de Il salario della paura", film datato 1977, che a suo tempo venne snobbato da pubblico e critica. L'opera, una delle più personali di Friedkin, col tempo è stata ampiamente rivalutata, raggiungendo addirittura lo status di cult-movie.

Il padre de “L'esorcista” ha così commentato la scelta del Cda della Biennale: "Venezia, specialmente durante la Mostra, è una casa spirituale. Per me il Leone d'oro alla carriera è qualcosa che non mi sarei mai aspettato, ma sono onorato di accettarlo con gratitudine e amore". (fonte: ANSA.it)

Le generazioni più giovani non conosceranno approfonditamente le opere di questo maestro del brivido, ma questo Leone alla Carriera potrebbe essere davvero un ottimo punto di partenza per riscoprire uno dei padri dell'horror moderno.

[foto: s_bukley/Shutterstock.com]

Emanuele Calderone

Vi consigliamo anche