0 Shares 6 Views
00:00:00
16 Dec

Libri gay censurati in biblioteca a Genova?

LaRedazione - 26 maggio 2009
LaRedazione
26 maggio 2009
6 Views

Il 16 maggio, la biblioteca internazionale per ragazzi Edmondo de Amicis di Genova ha ospitato un’iniziativa promossa dal Comitato Gay Pride.

Due regine Due re, questo il titolo dell’incontro, si era prefisso di esporre ai giovani alcune tematiche riguardanti l’omosessualità e di illuminarli per aiutarli a crescere in una società priva di discriminazioni.

Il convegno ha voluto sottolineare l’importanza della letteratura nella crescita dei ragazzi e ha voluto informarli sull’esistenza di diversi tipi di amore e di affettività.

Ebbene, nonostante l’impegno e la volontà di compiere un gesto civile, alcuni esponenti della politica si sono opposti a questa iniziativa intraprendendo la via giudiziaria.

Un consigliere della Regione Liguria ha presentato un esposto alla magistratura in cui si parla di pubblicizzazione di materiale pornografico minorile, divulgazione di notizie o informazioni finalizzate all’adescamento o allo sfruttamento di minori di anni 18. Un’assurdità che i mezzi di informaizone non possono ignorare.

Sul sito dell’Associazione Italiana Biblioteche (AIB) si legge: le bibliografie presentate al convegno, comprendenti libri presenti nelle collane per ragazzi delle maggiori case editrici italiane (Mondadori, Rizzoli, Giunti e altre), rispondono ai principi contenuti nei Manifesti IFLA/UNESCO per le biblioteche pubbliche e per le biblioteche scolastiche, ossia che "i materiali devono riflettere gli orientamenti attuali e l’evoluzione della società", così come l’accesso ai servizi e alle raccolte non può essere soggetto "ad alcuna forma di censura ideologica, politica o religiosa, o a pressioni commerciali".

L’AIB ha deciso di opporsi ad ogni tentativo di censura. La speranza è che non resti l’unica ad evitare che la libertà di opinione in biblioteca rimanga un diritto per tutti. 

 

Loading...

Vi consigliamo anche