0 Shares 13 Views
00:00:00
11 Dec

Lil Bub, il gattino di YouTube conquista il grande schermo

20 aprile 2013
13 Views

From Meme to the Movies è lo slogan che accompagna l’uscita di “Lil Bub & Friendz”. Un’uscita che per ora è limitata al Festival del Cinema di Tribeca, ma che non tarderà a prendere d’assalto anche le nostre sale.

Ma facciamo un passo indietro. Se vi state chiedendo chi sia Lil Bub probabilmente è perchè tra i vostri beniamini della rete non ci sono loro, i cat superstar. Delle vere e proprie celebrità del web che furoreggiano sui canali di YouTube e nelle pagine di Tumblr. E non parliamo di qualche cyber-gattara, ma di milioni (si, milioni!) di fan.

Ecco quindi sbarcare sul grande schermo la storia di Lil Bub, una gattina tutt’altro che fortunata. Ma a quanto pare ogni medaglia ha il suo rovescio, visto che è stata la sua goffaggine, dovuta ad una malformazione congenita, a portarla nell’olimpo dei meme un pò in tutto il mondo.

Il documentario “Lil Bub & Friends”, prodotto da VICE, prende lo spunto da questa storia per raccontare la nascita di un fenomeno e le sue ramificazioni. Come spiegano i produttori “la storia è incentrata su questa crescente ossessione per i gatti su Internet. Oltre a Bub vedremo anche un numero di autori di questo tipo di video e conosceremo le altre persone che continuano, ogni giorno, ad alimentare questo fenomeno del web”.

Ad iniziare da Michael Bridavsky che dopo anni di debiti e affitti in arretrato ha trovato la sua fortuna con la piccola Bub. Perchè con il successo dei video sono arrivati i gadget – le varie magliette, spilline e quant’altro – insomma una vera industria che ruota intorno al buffo musetto di questa gattina. Il rapporto tra Bub e il suo padrone è, a detta di quest’ultimo, quello di due migliori amici, tanto che il documentario ci regala anche qualche lacrimuccia quando gli acciacchi di Bub sembrano alludere ad un finale tutt’altro che allegro.

Ma soprattutto si ride, di questo divertente fenomeno e dei suoi protagonisti, della loro ossessione che è arrivata a dar vita ad un festival tutto dedicato ai cat-video. E se rimane qualche dubbio sull’autenticità dei sentimenti di alcuni di questi padroni-impresari, è impossibile rimanere impassibili davanti ai filmati dei loro amici a quattro zampe.

Kimberley Ross

Vi consigliamo anche