LittleBigPlanet per Playstation 3 uscirà a novembre

La polemica ha fermato l’uscita sul mercato di LittleBigPlanet l’atteso gioco per Playstation 3 che basa tutta la sua forza sull’interazione dell’utente con gli oggetti sullo schermo.

Nel videogioco è infatti presente un brano, Tapha Niang, che offenderebbe il Corano e a spiegare la situazione è stato un post di scuse pubblicato direttamente sul blog del sito PlayStation: "durante il processo di prova della release di LittleBigPlanet, è stato portato alla nostra attenzione il fatto che una delle musiche di sottofondo licenziate da una etichetta musicale per l’uso nel gioco contenesse due espressioni che possono essere trovate nel Corano. Abbiamo preso immediati provvedimenti per rettificare la cosa e ci scusiamo sinceramente per ogni offesa che possiamo aver causato".

Per poi concludere: "distribuiremo LittleBigPlanet sul mercato nel nord America nella settimana del 27 Ottobre. Ci scusiamo per il rinvio e resti assicurato il fatto che faremo il possibile per portarvi LittleBigPlanet il prima possibile".

In Europa, Medioriente, Australia e Nuova Zelanda il gioco arriverà invece nei primi giorni di novembre, pronto a scalzare la concorrenza grazie ad un’esperienza di gioco innovativa e particolarmente accattivante.

L’esperienza di LittleBigPlanet inizia infatti quando i giocatori scoprono l’abilità di Sackboy di interagire fisicamente con l’ambiente; ci sono ostacoli da superare, oggetti da raccogliere e rompicapo che richiedono intelligenza e lavoro di squadra. Quindi più i giocatori esplorano, e più cresce la loro abilità, tanto che presto saranno in grado di iniziare a creare e modificare l’ambiente che li circonda.

Sackboy ha il potere di spostare qualsiasi cosa sia incollata o bloccata in questo mondo: disegnare, dare forma e creare oggetti o interi ambienti dove altri potranno giocare. Non ci sono complicati editor e si impara tutto giocando.

La creatività fa parte dell’esperienza di gioco, e giocare fa parte dell’esperienza creativa: si potrà creare il proprio mondo, aperto o segreto, come si vuole, e quando sarà pronto si potranno invitare altri giocatori, o partire alla scoperta dei mondi che altri hanno creato.