0 Shares 8 Views
00:00:00
16 Dec

Inside Llewyn Davis dei fratelli Coen: miglior film indipendente

LaRedazione - 3 dicembre 2013
LaRedazione
3 dicembre 2013
8 Views
Inside-Llewyn-Davis-premio-miglior-film-indipendente

Con “Inside Llewyn Davis” i fratelli Coen hanno letteralmente sbaragliato la concorrenza che ambiva a vincere la kermesse americana dedicata al cinema indipendente. Per gli altri registi in gara, contrariamente alle aspettative, non c’è stata praticamente storia.

La cerimonia conclusiva del Festival si è tenuta, come sempre, a Manhattan. I bookmakers e il pubblico presente in sala, fino all’ultimo minuto, hanno continuato a dare come favorito Steve McQueen: il suo film “12 anni schiavo” era considerato uno dei più belli, sia a livello di trama che di riprese, tra quelli iscritti al Festival newyorkese. E non a caso, negli ultimi mesi, aveva letteralmente fatto incetta di premi qua e là.

Ai Gotham Awards, però, con gran stupore del regista stesso e del pubblico accorso, non si è aggiudicato neanche un premio. Prima ancora del verdetto finale, come da prassi, sono stati consegnati i riconoscimenti previsti dalla gara del cinema indipendente: la giuria, all’unanimità, ha decretato miglior attore del 2013 l’affascinante Matthew McConaughey. La sua performance, nell’ambito del film “Dallas Buyers Club”, pellicola che affronta il delicatissimo tema dell’Hiv, sembra aver convinto proprio tutti.

Un dramma ha portato fortuna anche a Brie Larsen, che si è invece aggiudicata il premio per la migliore attrice: decisiva sembra essere stata, infatti, la sua interpretazione in “Short term 12”. Gran parte della cerimonia è poi stata dedicata ai talenti emergenti: standing ovation per il giovane Ryan Coogler, che con “Fruitvale Station” ha dato prova di essere una vera e propria rivelazione all’interno del mondo del cinema.

A lui è stato assegnato il premio come miglior regista emergente. Medaglia d’oro, sul fronte dei nuovi attori, proprio a un membro del cast del film di Coogler, ovvero Michael B. Jordan. Nella categoria dei documentari, infine, ha trionfato Joshua Oppenheimer, con un lavoro dal titolo “The act of killing”. Prima del momento più atteso, però, gli organizzatori dei Gotham Awards hanno voluto rendere omaggio a James Gandolfini: sul palco, per l’occasione, la vedova dell’attore e produttore, e l’amico Steve Buscami.

Infine, è giunto il momento di incoronare i fratelli Joel ed Ethan Coen. Cosa abbia convinto la giuria ad assegnare loro la medaglia d’oro è presto detto: “Inside Llewyn Davis” è un film ben fatto non solo sul fronte della sceneggiatura, un ottimo concentrato di sarcasmo e di insegnamenti a volte giustamente un po’ cinici, ma anche su quello delle riprese. I fratelli hanno difatti dimostrato, ancora una volta, di avere uno stile unico e originale. Sarà per questo, quindi, che la giuria non ha avuto dubbi e ha assegnato ai Coen, senza pensarci troppo, il premio per il miglior film indipendente.

 

Loading...

Vi consigliamo anche