Loghi e suonerie per cellulari, scattano le multe

Neomobile, Telecom Italia, Vodafone, Wind e H3G sono state multate dall’Antitrust per aver dato seguito a pratiche commerciali scorrette nella vendita di loghi e suonerie per cellulari.

Nello specifico, l’Antitrust ha deciso la sanzione per pratiche commerciali scorrette relative a messaggi riguardanti un abbonamento settimanale per ricevere contenuti multimediali, "senza che fossero chiariti i costi e le modalità di fruizione, inclusa la disattivazione".

"In particolare veniva attribuita enfasi alla gratuità degli SMS e alla possibilità di ricevere una suoneria gratis, omettendo che si trattava di abbonamento a un servizio di ricezione di contenuti multimediali, riportato in una nota di carattere e grafica sproporzionate rispetto al messaggio pubblicitario".



"I servizi non richiesti sono ormai di casa sui cellulari: questa piaga rappresenta la nuova emergenza nel campo delle tlc da affrontare con la massima severità",
fa sapere il Movimento Difesa del Cittadino (MDC) secondo cui "i minori sono i maggiori consumatori di questo tipo di prodotti venduti in abbonamento. Troppi di loro rischiano di essere truffati e di finire vittima di ogni genere di approfittatore".

Secondo l’ultimo rapporto del Dipartimento Junior del Movimento Difesa del Cittadino, che contiene la prima indagine sull’uso del cellulare da parte di bambini e adolescenti, ben l’84% dei ragazzi tra gli 8 e i 15 anni ne possiede uno tutto suo.

Il rischio maggiore, capitato una o più volte al 41,3% dei piccoli consumatori, denuncia l’associazione, "é quello di chiamare un numero per poi ritrovarsi abbonati a un servizio di download di loghi e suonerie, per altro piuttosto costoso, senza averlo richiesto e senza riuscire a eliminarlo".