Medicine in gravidanza, attente a quelle naturali

Le donne italiane incinte si fidano troppo dei prodotti naturali: lo fa, senza paura di rischiare, il 48% delle italiane, molte di più sia della media standard nazionale (10-15%), sia di quella di ogni altro paese, europeo o extra europeo.

Sono i problemi individuati da una ricerca, pubblicata dalla rivista scientifica internazionale eCAM (Evidence Based Complementary and Alternative Medicine).

La ricerca ha coinvolto un gruppo di 172 donne a vari stadi di gravidanza e circa una su due ha dichiarato di aver accentuato il consumo di prodotti naturali una volta incinta, essenzialmente per risolvere problemi comuni come stitichezza, cistiti, stanchezza, anemia.

Il 52% del campione li considera infatti più sicuri e il 30% di identica sicurezza; inoltre circa 6 donne su 10 non sono state in grado di descrivere ciò che avevano assunto.