Meryl Streep, fascino senza età

Presso il prestigioso Hotel St. Regis di Roma è avvenuta la conferenza stampa del film Mamma Mia! In sala come ospite d’onore era presente la pluripremiata attrice Meryl Streep accolta dalla critica con grandi applausi e infiniti complimenti per la sua splendida carriera che l’ha vista superarsi di volta in volta interpretando ruoli sempre diversi.

L’attrice statunitense che ha vinto due Oscar per la sua performance in Kramer contro Kramer e La Scelta di Sofie ha risposto alle domande dei giornalisti con il sorriso, grande ironia e classe.

Meryl Streep ha interpretato in Mamma Mia! il ruolo di Donna, una madre molto forte che ha scelto di crescere da sola sua figlia Sophie e non rivelarle mai chi fosse suo padre. Alla vigilia delle nozze di sua figlia, si scoprirà che i potenziali padri sono sorprendentemente tre!

D: Meryl Streep come è stata la sua esperienza?

R: E’ stata una esperienza da sogno. Cantare, ballare, recitare in questo musical e viaggiare per le bellissime isole della Grecia mi ha divertita. Non potevo immaginare di essere scelta per un ruolo del genere e invece, per mia fortuna, è successo .

 

D: Ci potrebbe rivelare l’antidoto per l’età?

R: Non ne ho idea. Io sono grata di essere ancora qui, sono grata per la mia carriera e per la mia splendida famiglia. Ho tante risorse, sono energica e credo che con il passare del tempo noi donne sappiamo amare di più, siamo maggiormente consapevoli dello scorrere del tempo ed è per questo che sappiamo gestirlo meglio.

D: Ha mai pensato di intraprendere una carriera musicale?

R: Non ho mai pensato di farlo. Sono una attrice che sa cantare, ma non potrei mai essere una cantante. Sono due arti completamente diverse.

D: Ha mai sofferto del complesso di "prima della classe"?

R: Io sono madre di quattro figli e loro sono i miei critici più duri che mi aiutano a mantenere i piedi a terra. Non mi sento la prima della classe; anche io dimentico le battute, sono umana come tutte le altre, non mi sento affatto superiore ai miei colleghi.

 

D: C’è qualche film che rifarebbe?

R: Non mi guardo mai indietro. Non ho rimpianti perchè il presente e il futuro sono più importanti. Alcuni film li ho dimenticati, altri invece mi sono rimasti nel cuore. Quando penso ai film è come se aprissi un album di famiglia e inizio a ricordare i posti in cui abbiamo girato, il cibo, i componenti della troupe, le prove. E’ come se diventassero parte di me.

D: Il titolo del film è una espressione italiana che esprime il massimo del femminismo. Lei usa qualche espressione italiana a casa?

R: Mia figlia ha studiato all’università di Bologna e quando è tornata a casa diceva sempre "Boh". Dopo alcuni giorni tutta la famiglia aveva imparato questa espressione e tutti noi ora diciamo Boh!

D: Come si tiene in forma?

R: La ringrazio per il complimento, ma in realtà sono molto pigra. Ho appurato sulla mia pelle che le persone quando sono in preda al panico, riescono a fare delle cose strabilianti. Nel film salto, ballo, mi rotolo e ho realizzato tutte queste evoluzioni in preda al panico! A parte scherzi, anche se non sono una atleta, quando devo interpretare un ruolo, mi predispongo al meglio per farlo.

 

D: Ha pensato di fare altri musical?

R: Conosco tanti musicisti di grande successo, ma sinceramente non ho altri progetti al riguardo. Almeno attualmente.

D: Nel film è al centro dell’attenzione il rapporto madre-figlia: lei ha mai vissuto la "sindrome del nido vuoto"?

R: Si, la sento ogni giorno. Il primo giorno di scuola, la prima ragazza di mio figlio, da quando nascono ogni giorno cominciano pian piano ad allontanarsi dai genitori. In ogni caso le mie due figlie laureate vivono ancora con me, ho la casa piena, solo mio figlio ha già lasciato il nido.

Mamma Mia! la favola moderna della Universal Picture per il pubblico di qualsiasi età sarà in tutte le sale italiane a partire dal 3 Ottobre.