0 Shares 11 Views
00:00:00
14 Dec

È morto a Roma James Gandolfini, il boss dei Soprano

Gianfranco Mingione
20 giugno 2013
11 Views

Nato negli Usa da genitori italiani, James Gandolfini, 51 anni, è morto ieri a Roma a causa, parrebbe, di un infarto. La notizia è stata riportata da Tmz e Variety: l’attore si trovava in Italia per partecipare al cinquantanovesima edizione del Taormina Film Festival. Lascia la moglie e due figli.

Il boss “depresso”. Nel ricordare le sue apparizioni viene esubito alla mente, almeno per molti di noi, quella nella serie TV americana The Sopranos, dove l’attore interpretava il capomafia Toni Soprano, un boss un po’ particolare. La serie, andata in onda dal 1999 al 2007, narra le vicende di una famiglia mafiosa italoamericana e di tutto si penserebe di un boss, tranne che vada in cura da uno psicologo per curare una depressione. L’attore fu l’unico ad apparire in tutti gli 86 episodi della seguitissima serie. E molti sono stati i premi che si è aggiudicato per questa interpretazione: un AFI Award nel 2001 (attore dell’anno), un Golden Globe nel 1999 (Miglior attore in serie TV drama), tre Primetime Emmy Award come miglior attore protagonista serie drama (2000, 2001, 2003) e molti altri ancora.

La sua carriera era iniziata nel 1992 e, dopo I Soprano, l’attore ha recitato in 'Zero Dark Thirty' (2012), film che parla della caccia a Osama Bin Laden, e 'The Incredible Burt Wonderstone' (2013). Al momento stava lavorando ad una nuova serie TV sempre per la HBO, emittente televisiva che ha mandato in onda I Soprano.

[foto: dailytelegraph.com.au]

Gianfranco Mingione

Loading...

Vi consigliamo anche