0 Shares 4 Views
00:00:00
12 Dec

Nokia Ovi Store, da maggio con social location e personalizzazione

16 febbraio 2009
4 Views

Durante il salone di Barcellona, Nokia ha annunciato Ovi Store, il negozio virtuale che offrirà agli utenti contenuti multimediali personalizzati in base alla loro rete di contatti e al luogo in cui si trovano, quella che Nokia definisce Social Location.

Ovi store, che aprirà a maggio, rappresenterà il punto di contatto fra content provider e consumatori; un vero e proprio network per la distribuzione di contenuti
multimediali impareggiabile per estensione e completezza di offerta, capace sia di individuare in modo preciso i contenuti adatti ai gusti degli utenti, sia di dare ai fornitori di contenuti e agli sviluppatori di applicazioni una chiave di business che fa leva sulla diffusione globale dei dispositivi Nokia.

A differenza degli altri storefront tradizionali per telefoni cellulari, l’Ovi Store sarà in grado di individuare i contenuti più adatti ai singoli utenti grazie alla capacità Nokia di acquisire e utilizzare i dati di localizzazione e le social connection degli utenti offrendo loro servizi più personalizzati: da qui in avanti non si tratterà più semplicemente di “quali” contenuti si acquistano, ma anche di “dove”, “quando”, “perché” e “chi” li acquista.

Gli utenti potranno attivare la social discovery, in modo da poter fruire dei contenuti utilizzati nei propri social network e renderli disponibili per il download o l’utilizzo ripetuto; i contenuti saranno inoltre presentati in base al luogo in cui ci si trova in modo da poter fornire l’esperienza più adatta rispetto al luogo.

L’offerta di Ovi Store includerà giochi, applicazioni, video, widget, podcast,  localizzazione e contenuti personalizzati per i dispositivi Nokia Series 40 e S60.

“L’Ovi Store sui dispositivi Nokia consente agli utenti di trovare facilmente i contenuti più adatti ai loro gusti, in base alla loro rete di contatti e ai luoghi in cui si trovano, così che milioni di individui in tutto il mondo avranno a portata di mano una nuova generazione di servizi multimediali”, ha affermato Tero Ojanperä, Executive Vice President, Nokia Services.

“Facendo leva sui punti di forza di questa azienda e sugli asset dei nostri partner, Ovi Store si propone come ‘negozio intelligente’ che rivoluzionerà il modo in cui gli utenti scoprono e utilizzano i contenuti sui propri telefoni cellulari, rendendo così l’esperienza utente più semplice, più divertente e, soprattutto, più personalizzata”.

Da marzo i provider di contenuti, gli sviluppatori e l’intero ecosistema di sviluppatori del Forum Nokia potranno caricare i propri servizi su publish.ovi.com ed essere così i primi a distribuire i propri contenuti attraverso l’Ovi Store.


"L’Ovi Store consentirà agli utenti di tutto il mondo di sfruttare al meglio il proprio dispositivo grazie a un nuovo modo di scoprire i contenuti", afferma Mauro Montanaro, CEO di Fox Mobile Group. "Siamo entusiasti dell’opportunità di ampliare la collaborazione con Nokia e riteniamo che Ovi migliorerà la nostra capacità di offrire al consumatore contenuti altamente innovativi, come quelli relativi al film l’Era glaciale 3 che verrà a breve lanciato dalla 20th Century Fox, e esperienze di mobile entertainment senza paragoni su milioni di dispositivi".

Sarà il Nokia N97, disponibile da giugno, il primo mobile computer dotato di questo storefront di semplice utilizzo; lo store sarà disponibile da maggio per le decine di milioni di utenti dei Nokia Series 40 e S60 già in circolazione.

I contenuti potranno essere pagati tramite carta di credito o mediante metodi di addebito telefonico; Ovi Store può contare sul maggior numero di dispositivi che supportano Adobe Flash e sarà pertanto il canale di distribuzione primario per le applicazioni commissionate dall’ Open Screen Project, il fondo da 10 milioni di dollari creato da Adobe e Nokia.

Utilizzando gli attuali servizi di Nokia che offrono contenuti, si prevede che Ovi Store avrà un mercato di decine di milioni di dispositivi esistenti e una base utenti stimata di 300 milioni entro il 2012.

Vi consigliamo anche