Palermo Shooting di Wim Wenders

Esce oggi nei cinema italiani Palermo Shooting di Wim Wenders con Campino, Giovanna Mezzogiorno e Dennis Hopper.

Fotografo di grande successo conosciuto in tutto il mondo, Finn (Campino) vive una vita brillante ma alquanto disordinata. Non dorme mai, il suo cellulare suona in continuazione e la musica che ascolta in cuffia è praticamente il suo unico e fedele compagno.

E quando all’improvviso la sua vita va in pezzi, Finn decide di abbandonare tutto e di andare a Palermo dove comincerà una nuova ed elettrizzante vita e una nuova storia d’amore.

Dedicato espressamente a Ingmar Bergman e Michelangelo Antonioni, Palermo Shooting si muove su due linee parallele che però non riescono a dare l’idea di cosa davvero il regista vuole trasmettere.

La prima parte del film, girata a Düsseldorf, funziona e funziona bene sia temporalmente che narrativamente ma la seconda parte, quella girata a Palermo, si perde fin da subito in una fotografia eccessivamente presente che non è supportata da una narrazione coinvolgente e finita.

Una pellicola che illude e che lascia l’amaro in bocca nella consapevolezza che Wim Wenders, se vuole tornare ad avere successo, deve iniziare a costruire delle storie e non delle fotografie.