0 Shares 7 Views
00:00:00
15 Dec

Pillola abortiva RU486, stop dal Senato: passo indietro per le donne

dgmag - 26 novembre 2009
26 novembre 2009
7 Views

La commissione Sanità del Senato ha approvato, a maggioranza, il documento con il quale si chiede lo stop alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della determina per la commercializzazione della pillola abortiva RU486  in attesa di un parere del ministero sulla compatibilità tra aborto farmacologico e legge 194.

Secondo la maggioranza, infatti, con la RU486, l’interruzione di gravidanza sarebbe più facile rispetto alle procedure previste dalla legge sull’aborto.

Ricordiamo che nella Comunità Europea solo in Irlanda e Polonia, e da oggi anche in Italia, esiste il divieto di vendita della pillola abortiva RU486.

A questo indirizzo trovate spiegazioni dettagliate sul modo in cui agisce la RU486: sul piano medico l’azione è identica a quella relativa all’aborto chirurgico ma con la pillola le donne soffrirebbero di meno.

Poteva essere una conquista per le donne italiane la pillola abortiva RU486 ma oggi, con lo stop imposto dal Senato, si fa un bel passo indietro: perchè si torna ad anteporre questioni etiche e morali che nulla hanno a che fare con la propria autodeterminazione e la propria libertà di scelta. Non è femminismo, è solo constatazione.

E, lasciatecelo dire, amara constatazione di come l’Italia sia sempre un passo indietro rispetto al Resto del Mondo e si ponga nella posizione di voler giudicare su questioni personali legiferando in direzione opposta rispetto a quanto il buon senso vorrebbe si legiferasse.

Loading...

Vi consigliamo anche