Premio Oscar, annunciato il Vanity Fair party

Graydon Carter, direttore di Vanity Fair America, ha pubblicato sulla versione online della rivista alcuni dettagli sulla festa annuale che precede e annuncia la Notte degli Oscar.

Il party più esclusivo dell’anno, anche se con qualche riserva, torna il 22 febbraio 2009, dopo un anno di stop.

Storicamente celebrato nel ristorante Morton’s, occuperà quest’anno una inedita location: il Sunset Tower Hotel di Hollywood. E il direttore ha annunciato di stare lavorando assiduamente con Jeff Klein, proprietario dell’albergo e collaboratore fidato, “per rendere il prossimo Oscar party,  memorabile”.

Dalle parole di Carter, però, si intuisce anche che questo evento sarà molto diverso dai precedenti, in accordo con il clima di crisi internazionale e con la politica ecologista sposata da Vanity Fair.

Il tono sarà sobrio, lo sfarzo contenuto, le decorazioni in gran parte riciclate tra quelle che hanno guarnito i party precedenti e il par terre decisamente ristretto, nota di intimità, ma anche di esclusività.

Tra gli invitati sicuramente Madonna, star intramontabile e imprescindibile, e l’ex vicepresidente Al Gore a testimonianza dell’attenzione alla causa ambientalista.

 

L’anno scorso la grande festa aveva pagato lo scotto più alto: era stata annullata, come gesto di solidarietà nei confronti degli sceneggiatori Usa, in sciopero con lo scopo di rivendicare nuovi termini di contratto per creativi di cinema e tv.

La Notte degli Oscar si salvò invece per il rotto della cuffia, grazie ad un accordo stipulato in extremis tra le parti.

  

Quest’anno le attrici favorite per la conquista dell’ Oscar sono Meryl Streep, Angelina Jolie e Kate Winslet; per gli attori si parla invece di Sean Penn, Clint Eastwood, Brad Pitt e Mickey Rourke.