Quel che resta di mio marito, un road movie tutto al femminile

Arriva al cinema il 17 ottobre una commedia al femminile interpretata da Jessica Lange, Kathy Bates e Joan Allen che, chiamate a portare a termine una missione speciale, riscoprono la propria libertà e la necessità di ritrovare sè stesse.

Si chiama Quel che resta di mio marito e racconta la storia di Arvilla Holden (Jessica Lange), una donna che ha appena perso suo marito, Joe, dopo vent’anni di matrimonio e di intesa perfetta; quando la figliastra Francine le chiede le ceneri del padre che invece Arvilla ha promesso di spargere al vento, minacciando di toglierle la casa, la donna si mette in viaggio per la California, portandosi dietro l’urna di Joe.

A bordo di una Cadillac Bonneville rossa fiammante la accompagnano le sue migliori amiche, Margene e Carol (Kathy Bates e Joan Allen), che decidono di non lasciarla sola in questa avventura.

Se per Carol si tratta di una delle poche occasioni per separarsi dal marito e dai figli, Margene è ancora single ed entusiasta della vita e così, mentre le tre donne attraversano i grandi spazi aperti dell’America, quello che sembrava un viaggio malinconico diventa l’occasione per tornare ad assaporare la libertà di un tempo e le gioie dell’amicizia.

A rendere il tragitto più ricco di sorprese sono gli incontri con il giovane autostoppista Bo (Victor Rasuk), e con il prestante Emmett (Tom Skerritt), camionista e gentiluomo che si lancia nel corteggiamento di Margene, con esiti imprevedibili.

Tra piacevoli deviazioni, incidenti di percorso e una puntata a Las Vegas in cui anche Carol si lascia andare all’euforia del momento, la missione è compiuta e Arvilla consegna le ceneri di Joe in tempo per il funerale. Se non fosse che una nuova sorpresa attende tutti proprio durante la cerimonia…

Quel che resta di mio marito è un road movie dalla struttura libera in cui non ci si spaventa a mettere in scena tre donne di mezza età (personaggi scomodi secondo le regole commerciali in America) nè a parlare di argomenti che sarebbero all’ordine del giorno; e così tra risate, confidenze, litigi e incontri avventurosi, la corsa delle protagoniste verso la California diventa un viaggio alla scoperta di una nuova vita e di una libertà che sembravano aver dimenticato.