0 Shares 6 Views 2 Comments
00:00:00
11 Dec

Recensione Fame-Saranno Famosi: film pessimo e banale

La Redazione
7 ottobre 2009
6 Views 2

Kevin Tancharoen è il regista di Fame-Saranno Famosi, remake dell’omonimo film diretto da Alan Parker nel  1980, nominato a sei Academy Awards e vincitore dell’Oscar per la migliore colonna sonora e per la migliore canzone.

Fme segue le vicende di un gruppo di talentuosi ballerini, cantanti, attori e  artisti durante i quattro anni trascorsi alla New York City High School of Perfoming Arts, una scuola straordinaria, fucina di creatività dove gli studenti  di ogni provenienza hanno la possibilità di realizzare i loro sogni e raggiungere una reale e durevole fama. Una cosa che si conquista solo con il talento, la dedizione e un duro lavoro.

In un’atmosfera di straordinaria competitività, la passione di ogni studente sarà messa a dura prova. 

Mentre i ragazzi lottano per ottenere il proprio momento di gloria, guidati dai migliori e  più inflessibili insegnanti, scopriranno chi tra loro ha la vera stoffa e la dedizione necessaria per avere il successo. Con l’affetto e il supporto degli amici, capiranno chi solo tra loro possiede ciò che serve per diventare famosi…

Pescare nel vecchio a caccia di successo facile è però un’operazione complicata e difficile e nonostante le buone intenzioni Fame è davvero fastidioso in alcuni punti: banale, scontato, mette insieme una serie di luoghi comuni, accostamenti e clichè che rasentano il ridicolo.

Sceneggiatura assolutamente inadeguata e regia ancora peggiore che rende davvero pesanti i 108 minuti del film, resi ancora più pesanti dal cast giovane e poco esperto, peraltro doppiato in malomodo in italiano.

Nessun paragone possibile con l’originale di Alan Parker e pensare che la mitica Debbie Allen si sia spesa per un prodotto inutile e, onestamente, brutto, ci mette un bel po’ di tristezza addosso.

Per la cronaca, visto lo spopolare di Amici e similari, e la campagna comunicativa della Freddy, Fame-Saranno Famosi presumiamo sbancherà ai botteghini: amanti del buon cinema vi preghiamo di astenervi dal buttare soldi inutilmente.

Vi consigliamo anche