0 Shares 13 Views
00:00:00
12 Dec

Reese Witherspoon arrestata ad Atlanta

22 aprile 2013
13 Views

E’ stato un week-end tutt’altro che glamourous per Reese Witherspoon. Non stiamo parlando infatti dell’ennesimo party hollywoodiano, ma di un tutt’altro che piacevole soggiorno in cella.

La protagonista de “La rivincita delle bionde”, premio oscar nel 2006 per l’interpretazione di June Carter Cash nel biopic “Quando l’amore brucia l’anima”, è stata infatti arrestata lo scorso venerdì assieme al marito, l’attore e agente della CAA Jim Toth.

Secondo la rivista Variety, la prima a riportare la notizia, la coppia è stata fermata ad Atlanta poco dopo la mezzanotte, quando la loro auto ha invaso la corsia opposta. Toth, che al momento era alla guida del veicolo, è stato sottoposto ad un test per il tasso alcolico, risultato positivo. Ed è a questo punto che sono iniziati i guai per l’attrice. Secondo il resoconto degli agenti la Witherspoon, anzichè seguire le loro istruzioni e rimanere in macchina, ha iniziato una discussione con uno degli agenti che si è conclusa con il suo arresto.

“Mrs. Witherspoon ha inizato a sporgersi da uno dei finestrini affermando di non credere che io fossi un vero agente” ha dichiarato il poliziotto, “ho quindi invitato la signora a sedersi e a restare calma”. La Witherspoon ha però deciso di continuare la discussione uscendo dal veicolo e optando, ahimè, per una battutta tutt’altro che originale: “Ma lei lo sa chi sono io?”.

La fama della star non deve essere sembrata un deterrente per lo zelante agente e anche per lei sono quindi scattate le manette. L’accusa per l’attrice è "comportamento atto a turbare l’ordine pubblico", ma molto di più rischia suo marito sul quale pende una sentenza per guida in stato di ebbrezza. La coppia è stata quindi accompagnata in stazione e trasferita in una cella, dalla quale è uscita su cauzione intorno alle tre del mattino.

Che dire? Davvero una notte da dimenticare!

[foto: inquisitr.com]

Kimberley Ross

Vi consigliamo anche