Silent Hill: Homecoming da settembre 2008

Silent Hill, il survival horror della Konami che ha procurato ore di puro intrattenimento tenebroso ad altissima tensione, è giunto al suo sesto capitolo intitolato Homecoming. Il successo dilagante di pubblico è stato il fattore portante per la decisione di pubblicare questa avventura con un nuovo protagonista, Alex Shepherd, uno veterano di guerra di 22 anni.

In seguito ad un sogno premonitore catastrofico, si conceda dall’incarico militare e abbandona l’ospedale in cui si trovava per essere curato. Tornato a Shepherd’s Glen, il suo paese d’origine ormai avvolto da una strana nebbia, viene a conoscenza della sparizione del padre e del fratello Joshua, mentre sua madre è ridotta in uno stato pietoso. Alex inizia così a condurre delle indagini riguardo questi misteri.

 

Quale sarà il collegamento tra la tetra Silent Hill e Shepherd’s Glen? Vestendo i panni di Alex, il detective improvvisato, il giocatore viaggerà attraverso gli orrori della città silente, facendo attenzione a non lasciarsi uccidere dai mostri che la popolano. Ci saranno dei diabolici infermieri/e e creature deformi come Scisma, Siam e Smog a complicare la situazione.

Silent Hill: Homecoming è il primo titolo della serie progettato per PS3 e XBOX 360 Live; inoltre la Konami annuncia di sfruttare al meglio le potenzialità del motore grafico delle next gen console per amplificare il terrore, l’angoscia e i brividi che il gioco è "abituato" a provocare.

Il design del sesto capitolo è curato all’ottimo Masashi Tsuboyama che ha progettato tutto per far insinuare gli incubi e le paure del protagonista nei giocatori. Armati di coraggio, pugni, calci e armi si dovrà impugnare il controller ed immergersi in questo mondo malato e in decadenza.

L’attesa è ancora lunga: per poter giocare a Silent Hill: Homecoming, si dovrà aspettare settembre 2008.