0 Shares 2 Views
00:00:00
13 Dec

Sizzla Kalonji omofobo fa arrabbiare le associazioni

9 novembre 2009
2 Views

I concerti che il cantante Sizzla Kalonji, giamaicano, terrà a Milano e Bari mandano su tutte le furie le associazioni per i diritti umani e così il Gruppo EveryOne ha presentato due esposti presso la Procura della Repubblica di Bari e di Milano, dove si chiede l’annullamento dei concerti.

Sizzla secondo EveryOne è noto per le sue posizioni contro gli omosessuali, è accusato di propagandare ideologie fortemente discriminatorie e lesive della dignità di milioni di gay e lesbiche e di incitare pubblicamente all’odio razziale e alla violenza omofobica.

Due nello specifico le canzoni incriminate, We Nuh Join Dem e No Apologize nei quali Sizzla canta: "uccidiamo i gay", "il sangue dei gay scorrerà", "verrete bruciati", "i gay devono chiedere scusa a Dio" e "si meritano colpi di pistola".

Ai magistrati il Gruppo EveryOne ha chiesto di "impedire l’esecuzione dei due concerti e, oltre che valutare ipotesi di reato per Sizzla (per cui è stata chiesta l’applicazione della Legge Mancino), considerare l’ipotesi di perseguire penalmente i proprietari qualora di loro spontanea volontà non procedano all’annullamento dei due appuntamenti".

Mercoledì 11 novembre il cantante dovrebbe esibirsi al Demodè Disco Live a Modugno (Bari) mentre venerdì 13 è previsto un altro concerto al Live Music Club di Trezzo sull’Adda (Milano).

Vi consigliamo anche