0 Shares 9 Views
00:00:00
15 Dec

Sposarsi in comune è sempre più richiesto

dgmag - 22 aprile 2009
22 aprile 2009
9 Views

E’ in costante aumento il numero di coppie che decidono di sposarsi in comune: secondo Istati nel 2007 sono stati 86.639 e sono aumentati del 50% in 15 anni,  rappresentando attualmente il 34,6% del totale delle unioni.

Il rito civile è scelto sempre più spesso anche in occasione delle prime unioni: oltre un quarto delle nozze tra celibi e nubili è stato celebrato di fronte al sindaco nel 2007, una proporzione raddoppiata in 15 anni.

In totale nel 2007 sono stati celebrati in Italia 250.360 matrimoni e secondo l’Istat si tratta di "una oscillazione congiunturale che da sola non permette di ipotizzare un’inversione di tendenza nella diminuzione delle nozze in atto dal 1972, anno in cui sono stati celebrati quasi 419.000 matrimoni".

In particolare diminuiscono i primi matrimoni che sono passati da quasi 392 mila nel 1972 (il 93,5% del totale) a 217.290 nel 2007 (l’86,7% del totale).

La diminuzione è legata alla "minore propensione delle coppie a sancire la loro unione con il vincolo del matrimonio", spiega l’Istat, che rileva come gli stessi primi matrimoni si siano spostati ancora più in là con l’età: gli sposi alle prime nozze hanno in media 32,8 anni e le spose 29,7 anni.  

Per quel che riguarda i matrimoni in comune, oltre un quarto delle prime nozze viene celebrato di fronte al sindaco con una proporzione raddoppiata in 15 anni; aumentati anche i secondi matrimoni o successivi (che rappresentano il 13,2%) e si conferma la tendenza ai matrimoni misti, che rappresentano il 13,8%.

Loading...

Vi consigliamo anche