Super Fruitfall per Nintendo Wii

Tetris, Puzzle Bubble, Pacman, Arkanoid, Lemmings sono i primi titoli che balzano alla memoria quando si sfoglia l’album dei ricordi dei videogames blockbuster degli anni ’80 -’90 caratterizzati dalla grafica essenziale e dal gameplay alla portata di tutti a volte monotono e ipnotico.

Da una idea molto semplice che strizza l’occhio ai puzzle game del passato nasce Super Fruitfall sviluppato dalla System 3 per Nintendo Wii. Il gioco si presenta con una grafica bidimensionale che mostra della frutta molto colorata all’interno di un labirinto.

Il giocatore dovrà ruotare il labirinto fino a 360 gradi con il fine di accoppiare tre frutti della stessa specie e farli esplodere. Facendo affidamento sulla forza di gravità, essenziale alleata per riuscire nell’opera, bisognerà eliminare tutti i frutti per accedere al livello-labirinto successivo prima che il conto alla rovescia sia terminato.

Per quanto riguarda la versione per Wii, agitando il nunchuck si ruoteranno i labirinti verso sinistra mentre agitando il Wii-Mote, si gireranno verso destra di 360 gradi; per ruotare di soli 180 gradi, si dovrà ricorrere alle freccette.

Super Fruitfall è un puzzle game decisamente non originale sotto qualsivoglia punto di vista che causerà uno spiacevole effetto di deja vù nei giocatori veterani abituati a vecchie glorie come Tetris; non richiederà nessuna abilità particolare per essere completato e potrà creare una sorta di strana assuefazione se si effettuano sessioni di gioco prolungate.

Era proprio necessario proporre questo gioco molto retrò a prezzo scontato invece di renderlo disponibile e scaricabile per il mercato Virtual Console?