Taglio di prezzi per Playstation 3?

Meglio tardi che mai. Sony sembra aver capito la lezione, e sta cercando di porre rimedio ai suoi errori.

Dopo aver commercializzato Playstation 3 in versione 60 GB al folle prezzo di 599 euro, scelta che ha estromesso la lucida console dalla “next-gen console war”, la casa nipponica sembra voler operare una serie di drastici tagli di prezzo per riportare la sua creatura in regime di competitività.

Su Amazon è recentemente apparsa un’indiscrezione relativa ad un’offerta speciale su Playstation 3, vale a dire un pacchetto speciale comprendente la console (in versione 60 GB) e ben 5 film Blu-Ray. Da poco circolano voci sull’imminente rilascio di una versione di Playstation 3 con hard disk da 40 GB al competitivo prezzo di 399.99 dollari, scelta che potrebbe risollevare le finora laconiche vendite del secondo monolito di casa Sony.

Dopotutto si tratterebbe di una scelta più che naturale, poiché i 60 GB di spazio su HD non rappresentano che un orpello di lusso per la stragrande maggioranza degli utenti, essendo PS3 ancora priva di funzionalità Video on Demand o Web TV (previste per la fine dell’anno).

Secondo altre campane, invece, Sony avrebbe in cantiere un colpo ancora più clamoroso, ovvero l’aggiunta di 3 titoli Blu-Ray (compreso Spiderman 3) alla versione “ridotta” di PS3 da 40 GB. Ciò rappresenta un palese riconoscimento degli errori commessi da Sony, ovvero la scelta di commercializzare la console a un prezzo intenzionalmente alto allo scopo di sfruttare la popolarità del brand Playstation, e di mettere sul mercato un’unica versione della console con hard disk capiente e lettore per film ad alta definizione. Quest’ultima feature, poco stimolante per gli utenti interessati solo ai videogiochi, è considerata quasi in maniera unanime la principale causa dell’attuale flop di Playstation 3, surclassata in termini di vendite anche dal sottovalutato Wii di Nintendo.

È stata proprio questa l’intuizione vincente di Microsoft: fornire al pubblico una macchina modulare come Xbox 360, dotata delle caratteristiche base per giocare ma pienamente espandibile a seconda delle esigenze dei singoli utenti. La seconda fase della “next-gen console war” si preannuncia molto, molto interessante.