0 Shares 10 Views
00:00:00
17 Dec

The Road, recensione in anteprima

dgmag - 3 settembre 2009
3 settembre 2009
10 Views

Ispirato al romanzo La strada di Cormac McCarthy, già vincitore del premio Pulitzer nel 2007, è stato presentato a Venezia nella quasi totale disattenzione generale The Road, il nuovo film di John Hillcoat con Viggo Mortensen e Charlize Theron.

Un film intenso e vero che racconta di un padre e di un figlio, di cui non sapremo mai i nomi se non i loro soprannomi ovvero The Man e The Boy, e del loro viaggio per sopravvivere attraverso un’America distrutta da un catastrofe misteriosa.

Non si bene che tipo di catastrofe sia ma si sa solo che i due si trovano al centro di un mondo fatto di desolazione e soprattutto tanta ma tanta violenza da togliere il fiato; ma loro due, pur sopraffatti dal mondo che li circonda, non cedono alla legge della sopravvivenza e scelgono di non fare del male ai loro simili e semmai di farla finita nel caso in cui le cose si mettessero male.

Superlativo come al solito Viggo Mortensen che interpreta il ruolo di un padre fiero e bisognoso di trasmettere al figlio, l’undicenne Kodi Smit-McPhee, valori universali e universalmente validi che non devono essere calpestati neanche nelle situazioni più critiche.

Ancora una volta sorprende Charlize Theron, madre e moglie disperata e senza trucco che appare solo in flashback dopo essersi suicidata.

Clima apocalittico reso ottimamente dall’ambientazione dove non c’è spazio per il colore e le sole cose che restano impresse nella memoria sono le pianure brulle, i campi deserti e la desolazione dei panorami, abbandonati ad un mondo senza speranze.

"Ciò che è commovente e scioccante del libro di McCarthy è che è così credibile", ha dichiarato qualche tempo fa il regista John Hillcoat al New York Times. "E quindi quello che volevo era un elevato realismo, proprio l’opposto del genere Mad Max, esclusivamente concettuale e spettacolare. Abbiamo provato a evitare i cliché dell’apocalisse e a renderlo più simile a un disastro naturale".

Il risultato? Una pellicola intensa, cruda e tutt’altro che didascalica messa in scena del libro.

Qualcuno potrebbe pensare che si tratti di un inno alla famiglia. Noi crediamo si tratti di un inno al coraggio, alla difesa delle proprie azioni e alla difesa dei propri valori. Sempre e comunque, in qualsiasi situazione ci si trovi.

Il trailer di The Road:

Loading...

Vi consigliamo anche