Tim Burton premiato a Venezia da Johnny Depp

Si è celebrato il Tim Burton’s day, con la consegna del Leone d’oro alla carriera al celebre regista da parte del suo attore feticcio Johnny Deep; Tim Burton è il più giovane regista a ricevere l’ambito premio.

Tra deliri di folla per Johnny Depp e una standing ovation con Tim Burton, la consegna del premio al regista è stato uno dei momenti più caldi dell’intero Festival del cinema di Venezia.

Johnny Depp, doppiopetto biancon con pochette nera, pantaloni neri, scarpe bianche e beige, era visivamente emozionato e nel consegnare il premio ha usato solo poche parole: “è un onore far parte di questa cerimonia, così come lo è partecipare ai film di Burton, ma non dico di più altrimenti Tim non mi prenderebbe più nei suoi film. È un artista originale, creativo, è il mio regista favorito e soprattutto è un amico”.

Da parte sua Tim Burton non ha voluto eccedere e si è limitato a dire: “amo il festival di Venezia, un festival di chi ama il cinema e dove non predomina il business. Ogni volta che vengo qui provo grande emozione: Venezia ha un posto speciale nel mio cuore. Ringrazio per questo Leone d’oro alla carriera che mi spronerà a fare di più e meglio per il cinema”.

Nel corso del Tim Burton’s day è stato inoltre possibile assistere alla proiezione di 8 minuti di Sweeney Todd, l’ultima fatica del regista interpretata proprio da Johnny Depp che uscirà negli Usa il 21 dicembre e in Italia il 25 gennaio; il film racconta la storia di Benjamin Barker che, riconquistata la libertà dopo anni di carcere, torna a Londra per cominciare la sua nuova vita e per vendicarsi. Accanto a Depp c’é Helena Bonham Carter, moglie di Tim Burton.

Il mondo di Tim Burton è fantastico e visionario e la sua carriera si apre con il lungometraggio Pee-Wee’s Big Adventure, nel 1985; tre anni dopo, nel 1988, esce Beetlejuice – Spiritello porcello, commedia surreale con Michael Keaton e Kim Basinger.

Dopo il trionfo del film, la National Association of Theatre Owners assegna a Burton il premio regista dell’anno e il film vince anche l’Oscar come migliore art direction.

Nel 1889, gira uno delle sue pellicole più celebri: Batman, con Michael Keaton, Kim Basinger e Jack Nicholson.

Edward mani di forbice, con Johnny Depp, Wynona Rider e Dianne Wiest, è uno dei maggiori successi, di Natale 1990 mentre nel 1992 esplora il lato oscuro del crimine con Batman – Il ritorno  con Michelle Pfeiffer e Danny De Vito.

Nel 1993 è produttore del successo Tim Burton’s Nightmare Before Christmas, film d’animazione diretto da Henry Selick.

Nel 1994 dirige nuovamente Johnny Depp in Ed Wood e dopo Cabin boy, Batman forever e James e la pesca gigante, arriva Mars Attacks!, commedia di fantascienza con Jack Nicholson, Glenn Close, Danny De Vito e Annette Bening; e ancora Il mistero di Sleepy Hollow ispirato al celebre racconto di Washington Irving, con Johnny Depp e Christina Ricci, tre nomination all’Academy Award e l’Oscar come migliore art direction.

Nel 2005, sbanca il botteghino con la Fabbrica di cioccolato, remake in cui Willy Wonka è sempre Johnny Depp.