Tom Clancy’s EndWar, i comandi vocali innovativi

Tom Clancy’s EndWar, lo strategico in tempo reale della Ubisoft per Xbox 360, Ps3, Nintendo Ds e Psp sta arrivando per rivoluzionare il concetto di gameplay introducendo l’innovativo sistema di controllo che utilizza i comandi vocali.

La trama del gioco, tratta dal romanzo dell’inventore del genere techno thriller Tom Clancy, è ambientata nel 2020, alle soglie di un imminente terzo conflitto mondiale. Le risorse energetiche planetarie sono merce rara da trovare e tra le nazioni si accende una corsa sfrenata per procacciarsele e stabilire il predominio assoluto sulle altre.

Il giocatore dovrà scegliere da quale parte schierarsi tra tre nazioni in lotta:

– Russia: Superpotenza economica che ha saputo sfruttare il boom economico del 2016 per potenziare il suo arsenale bellico, vanta come fiore all’occhiello imponenti carro armati, elicotteri e soldati dotati di forza bruta chiamati Spetnaz. I veicoli militari sono equipaggiati di armamenti superiori a qualsiasi immaginazione;

– Stati Uniti D’America: Dopo aver lanciato nello spazio la Freedom Star, la piattaforma spaziale in grado di neutralizzare lo scudo anti missilistico dell’Europa, ha costituito la Joint Strike Force, un manipolo di soldati accuratamente addestrati ad infiltrarsi e colpire in maniera silenziosa ed estremamente precisa che primeggiano con i mezzi terrestri e quelli aerei. Sempre pronti alla lotta, questi soldati possono raggiungere rapidamente qualsiasi parte del mondo;

– Federazione Europea: Superpotenza nata nel 2018 formata dall’unione delle forze dell’Europa Occidentale (con l’esclusione dell’Irlanda, della Gran Bretagna e della Svizzera) per ostacolare le due superpotenze assetate di potere e risorse energetiche. Gli Enforcer Corps, usando il motto "si vis pace para bellum" (si afferma la pace con la forza), sono formati da veterani del combattimento altamente specializzati nella tecnologia, anti-terrorismo e nelle battaglie urbane.

 

La scelta di diventare il comandante delle truppe degli Spetnaz, della Joint Strike Force oppure della Enforcer Corps dovrà essere effettuata all’inizio del gioco offrendo la possibilità, una volta terminato, di rigiocare nei panni delle altre fazioni per una maggiore longevità del titolo.

La tensione sarà palpabile in ogni momento del gameplay e il livello di cura riposto nei dettagli della grafica, aumenteranno il grado di realismo e coinvolgimento nell’azione che si svolgerà in 40 campi di battaglia sparsi per tutto il mondo.

Il punto di vista adottato è quello del comandante, in modo da avere sempre chiara la disposizione delle proprie truppe; attraverso i comandi vocali (soggetto – verbo – complemento)dati in tempo reale, i soldati eseguiranno gli ordini cercando sempre di preservare la loro vita, dimostrando una intelligenza artificiale di altissimo livello.

Un tutorial introdurrà il giocatore ad utilizzare l’innovativo sistema di controllo e, registrerà il tibro vocale per riconoscere in tempo reale i comandi; in alternativa, gli ordini potranno essere impartiti utilizzando il pad, ma, anche se risulta essere la scelta più veloce, si rischia di togliere mordente all’azione.

 

La modalità multiplayer fino a 12 giocatori (per le versioni Xbox360 e Ps3) in cooperativa o versus, oltre ad offrire una rigiocabilità del titolo infinita, permetterà di personalizzare le armi, i veicoli, l’equipaggiamento in un ambiente dinamico che tratterrà la memoria dei segni del conflitto.

Tom Clancy’s EndWar è uno strategico in tempo reale coinvolgente, realistico, molto cruento, adatto ad un pubblico dai 16 anni in su, imperdibile sia per gli appassionati di genere, sia per coloro che vogliono sperimentare l’ebrezza di poter comandare le proprie truppe attraverso la propria voce.