Tumore al seno, via alla campagna Breast Friends 2008

Un’italiana su nove si troverà, nella sua vita, a fare i conti con il tumore al seno nella sua vita, malattia che conta 40.999 nuovi casi l’anno e 12.000 morti e che, se diagnosticata e curata in tempo, sempre più spesso si può sconfiggere.

Proprio per parlare alle donne di prevenzione, informazione, esami e cure precoci è stata rilanciata l’iniziativa Breast Friend for Life, la campagna internazionale annuale organizzata in 19 Paesi e promossa in Italia da Salute Donna Onlus, col sostegno di Roche e l’appoggio della stilista Laura Biagiotti; Breast Friend for Life ha l’obiettivo di ricordare il ruolo dell’amicizia e del supporto per le donne colpite da carcinoma mammario e di sottolineare l’importanza dell’informazione per poter ottenere una diagnosi tempestiva ed accurata.

Laura Biagiotti ha infatti realizzato per l’associazione una t-shirt griffata con il simbolo della manifestazione sul cuore.

"L’incidenza della malattia è in crescita, vediamo casi anche in giovani di 25 anni. Questo perché oggi", ha detto Paolo Marchetti dell’Unità di oncologia medica del Sant’Andrea di Roma, "occorre meno tempo per accumulare quelle alterazioni che aprono la strada a questo tumore".

Ma grazie a diagnosi precoce e farmaci innovativi, "il 90% delle pazienti trattate è libero dalla malattia dopo i primi 5 anni dall’intervento. E basterebbe curare l’alimentazione assumendo il 5% di colesterolo in meno e il 12% di fibre in più, per ridurre fino al 50% il pericolo di ammalarsi"; cruciale anche il ruolo delle campagne di screening, "in grado di ridurre la mortalità del 18-30%. Il problema è che non c’è ancora una forte adesione da parte delle donne. In più alcune strutture, specie al Sud, dispongono di mammografi obsoleti".

Per sottolineare l’importanza dell’informazione e della diagnosi precoce, ma anche di cure omogenee in tutto il Paese, Salute Donna ha lanciato un Manifesto in quattro punti per sostenere la lotta alla malattia promuovendo:
a) la diagnosi precoce, perché è un fattore determinante per la guarigione;
b) l’informazione, perché è essenziale sapere che non esiste un’unica forma di tumore al seno e che ogni tipo di tumore necessita di una terapia specifica;
c) l’adesione alla terapia, perchè il trattamento farmacologico è efficace se assunto nei tempi e nei modi necessari;
d) il supporto psicologico e pratico, che ogni donna colpita da tumore al seno può ricevere dai Breast Friends, persone che la sostengano durante la malattia: amici, familiari, medici e infermieri.

Per aderire all’iniziativa basta visitare il sito SaluteDonnaWeb cliccando qui.