0 Shares 9 Views
00:00:00
13 Dec

Violenza sulle donne: avviene in casa ed è di tipo psicologico

28 luglio 2010
9 Views

Nonostante i media italiani continuino a dare spazio a notizie relative alle violenze sulle donne solo quando avvengono in strada e a maggior ragione per mano di stranieri, la realtà come abbiamo evidenziato più volte è completamente diversa: quattro violenze su cinque avvengono infatti in casa e solo una su 100 è opera di sconosciuti.

Lo rileva la ricerca Le voci segrete della violenza condotta da Swg su 1.782 casi per conto dell’Osservatorio del Telefono Rosa.

A subire violenze domestiche sono soprattutto donne tra i 35 e i 44 anni (32%), sposate (50%) con figli (79%), diplomate (53%) e impiegate (21%).

Le intervistate che hanno subito violenza parlano di ricatti, insulti e minacce (44%), violenza fisica anche con corpi contundenti come martelli o oggetti taglienti (26%), economica (13%) e sessuale (7%).

La violenza subita è principalmente di tipo psicologico (31%) seguita ad una certa distanza dalla quella fisica (23%); prevale la violenza psicologica tra le italiane e quella fisica tra le straniere.

Nel 61% dei casi la violenza si consuma all’interno delle mura domestiche anche se il 30% delle donne straniere in Italia sostiene di essere stata vittima di violenza anche in luoghi pubblici; solo nel 7% dei casi si tratta di episodi isolati mentre nel 78% i comportamenti violenti sono invece reiterati.

Il 24% delle persone che si sono rivolte all’associazione Telefono Rosa ne è vittima da oltre un anno, il 18% da un periodo variabile tra i 5-10 anni, il 13% da 10-20 anni, mentre l’11% da oltre 20 anni.

Il 50% delle violenze subite da vittime che si sono rivolte a Telefono Rosa rientra secondo l’associazione nei casi di reato di stalking che si esplicita in appostamenti (15%), minacce (53%), pedinamenti (14%), telefonate continue ( 15%), sms e lettere ( 15%), insulti verbali (22%), danni materiali (6%).

Tra le donne che dichiarano di aver cercato soluzioni, il 18% si è rivolto alle forze dell’ordine (percentuale che sale al 24% per le vittime straniere) mentre il 12% si è rivolto a un avvocato; sono soprattutto le straniere a ricorrere alle cure ospedaliere (14% a fronte del 7% delle italiane) ed è presente un 12% di vittime che dichiara di restare con il proprio persecutore per amore.

Va detto che dal 2008 al 2009 la percentuale delle donne che ha subito violenza per mano del proprio compagno è diminuita dal 64% al 55% e sono invece aumentate le vittime aggredite dagli ex (dal 18% al 25%); Telefono Rosa aggiunge che nel 2009 il 14% delle vittime italiane di violenza che si sono rivolte all’associazione risiede al Nord, seguito dal 10% delle vittime che proviene dal Sud.

Vi consigliamo anche