Vogliamoci bene

Avere 20 anni in Europa significa vivere una vita da "sballo", significa avere accesso a molte possibilità culturali e lavorative. Significa dare un’assoluta importanza all’istruzione, significa avere la possibilità di scegliere il proprio futuro e soprattutto significa sentirsi parte di uan società.

Avere 20 anni in Italia significa vedersi censurati molti eventi culturali perchè troppo di parte oppure troppo "osè" per la società,significa avere contratti a tempo determinato di 2 o 6 mesi senza troppi diritto ma con tanti doveri, significa non sentirsi tutelati e fare fatica ad inserirsi nel mondo del lavoro anche avendo in mano una laurea sudata,significa non poter scegliere il proprio futuro e significa vedere in tv una serie di personaggi che si incolpano a vicenda su temi che molte volte non sono nemmeno vicini alle sofferenze dei cittadini.

Sono una ragazza di 20 anni,una laureanda in scienze politiche con la speranza di diventare una giornalista reporter,ho viaggiato molto in Europa e in ogni città dove sono stata ho sempra avuto la stessa sensazione, una sensazione diversa da quella che sento nel mio paese, una sensazione di libertà e di possibilità concrete.

Vorrei fare un appello al nostro paese, alla nostra Italia, al paese che da sempre è considerato,giustamente, la culla della civiltà e che da qualche anno è in continua discesa in tutte le statistiche e anche nella qualità della vita…

Vorrei chiedere al nostro paese, a tutti i cittadini e ai nostri politici una mano per cercare di salvare il salvabile e migliorare tutto quello che si deve migliorare insieme, bisogna ripartire dal basso e bisogna cercare le risposte dentro di noi ma c’è una vera urgenza…non perdiamo la capacità di migliorare,non deleghiamo ad altri il lavoro che dobbiamo fare noi…andiamo a votare e con coscienza.

Vogliamoci bene.

Un abbraccio da una sognatrice 20enne.