5 Shares 13 Views
00:00:00
15 Dec

Arte: Hal Lasko, ‘il pittore di pixel’

Gianfranco Mingione
9 agosto 2013
5 Shares 13 Views

The pixel painter”. È il titolo del breve documentario che lo vede protagonista che inizia con la sua faccia simpatica, ovale, dove si presenta affermando che le persone, generalmente lo chiamano “Granpa”, in virtù della sua età. Nel corso della sua vita ha lavorato come grafico e progettista per l’esercito durante la seconda guerra mondiale, per poi operare come tipografo. Oggi, maturata la pensione, ha scoperto l’utilizzo del computer per creare le sue opere d’arte.

La curiosità non ha età. Per lui dipingere è un divertimento, per chi lo osserva non può che destare meraviglia il fatto che alla sua veneranda età, continui a sorprendere e a sorprendersi scoprendo nuovi modi di creare le sue opere. Grazie alla sua famiglia ha conosciuto il programma “Microsoft Paint”, davanti al quale trascorre dieci ore al giorno per stendere le sue pennellate digitali. Niente pennelli e tele, quindi, ma uno strumento vintage e di semplice utilizzo come il programma “Microsoft Paint”, per Windows 95. Ha potuto superare il problema della parziale cecità grazie alla possibilità d’ingrandire ogni immagine fino al livello di ogni singolo pixel, per poi con un clic riportarla ad un livello macro.

Come si legge sul suo sito, i suoi quadri sono una collisione tra puntinismo e pixel art dell’8-bit. Complimenti GranPa e altri cento di questi anni!

[foto: brewingculture.com]

 

 

 

Loading...

Vi consigliamo anche