0 Shares 23 Views
00:00:00
17 Dec

Banksy, un graffito al giorno a New York: ‘La metropoli è la mia galleria’

LaRedazione - 4 ottobre 2013
LaRedazione
4 ottobre 2013
23 Views

Pericoloso criminale oppure genio incompreso? Questo ancora è da stabilire, visto che l’opinione pubblica si spacca completamente in due parti quando si parla di lui: il soggetto in questione è Banksy, pittore e artista con la passione per i graffiti e amante della street art, ovvero l’arte di strada.

L’uomo, nato intorno agli anni Settanta, è famoso per le sue opere che, come detto prima sono in grado di spaccare completamente l’opinione pubblica, creando diversi gruppi di pensiero: l’artista ha anche creato diverse mostre legali in passato dove venivano vendute le sue opere d’arte, che seppur reputate talvolta poco convincenti, sono state quasi tutte acquistate anche a prezzi abbastanza alti.

Questa tipologia di successo però pare non basti affatto all’artista, che poco tempo fa ha annunciato che a partire da ottobre, ogni giorno dipingerà un graffito diverso sui muri della città di New York, dando vita ad una mostra che prende il nome di “Meglio fuori che dentro“.

In molti comunque hanno pensato che si trattasse dell’ennesima trovata dell’artista, ma sono rimasti delusi nel sapere che l’artista, proprio dal primo ottobre, ha iniziato a dipingere sui muri della città: chi lo riteneva un ciarlatano ha dovuto ricredersi, e osservare le opere d’arte che Banksy ha iniziato a dipingere.

La prima di queste è una sorta di frecciatina e sfida vera e propria alla legge: in via Lower Manhattan infatti l’artista, sotto un cartello di divieto d’utilizzo di bombole spray, ha disegnato un bambino accovacciato che fa fa scaletta umana ad un secondo bambino, che con la mano cerca di afferrare la bomboletta presente nel cartello.

Quest’opera è stati dipinta il primo giorno di ottobre: il secondo giorno invece, Banksy ha preso di mira una serranda, e si è limitato a dipingere una scritta, mentre ieri, tre ottobre, l’artista ha dipinto un cane che orina su un idrante, lasciando addirittura una scritta che invitava i cittadini a terminare la sua opera, aggiungendo magari altri dettagli al disegno.

Banksy quindi, almeno fino a ieri ha mantenuto fede alle sue parole: un disegno nuovo ogni giorno, accompagnato dal suo numero di telefono per essere contattato dai cittadini qualora le sue opere non venissero capite.

Le opere, purtroppo, vengono subito cancellate dalle forze dell’ordine, utilizzando una tinta neutra che cancella il suo passaggio: per evitare questo, l’artista fotografa le sue opere e le posta nel suo sito, permettendo a tutti di poterle ammirare, mantenendo fede alle sue parole.

Loading...

Vi consigliamo anche