Banksy, le tele originali a 60 dollari a Central Park

Solo tre persone hanno 'fiutato' l'affare. Le opere valgono migliaia di dollari

Può capitare a tutti di acquistare ad una cifra da capogiro un quadro d’autore che poi si rivela essere un falso. Ma ciò che è accaduto qualche giorno fa a New York, è esattamente il contrario: un uomo di Chicago, intenzionato a dare un tocco di novità alle pareti di casa, ha acquistato quattro dipinti originali di Banksy per soli 60 dollari l’uno su una bancarella di Central Park.

Oltre a lui, hanno acquistato solo altre due persone: una turista neozelandese, che ha comprato due piccoli pezzi, e una signora a caccia di quadretti per la camera dei suoi bambini, che è perfino riuscita a tirare sul prezzo, ottenendo dall’anziano venditore della bancarella lo sconto del 50%.

Non si sa con certezza se i tre fortunati clienti fossero al corrente del reale valore di quei dipinti: quel che è sicuro è che la bancarella è passata del tutto inosservata, poiché i restanti quadri, ritenuti falsi dalla maggior parte dei passanti, sono rimasti invenduti. Il singolare esperimento è stato un’idea dello stesso Banksy, il misterioso artista di graffiti del quale non si conosce neppure il vero nome.

Inglese, artista di strada e, grazie ai suoi quadri, ora anche eccentrico miliardario, dal primo ottobre ha deciso di realizzare un’opera al giorno per un mese: i suoi quadri valgono centinaia di migliaia di dollari. Gli acquirenti della bancarella, quindi, posseggono ora un vero e proprio tesoro: uno fra i pezzi venduti, in particolare, ha un valore praticamente inestimabile. Si tratta di una variante di uno dei quadri più famosi di Banksy, ovvero “Flower Thrower”, il lanciatore di fiori, già apparso sulla copertina del catalogo della sua retrospettiva “Wall and Piece” di otto anni fa.

L’incasso complessivo della bancarella è stato di circa cinquecento dollari, e l’intera giornata è stata filmata dallo stesso artista con una telecamera nascosta. Il filmato è stato poi diffuso attraverso il sito internet ufficiale di Banksy, il quale ha accompagnato il post con questo messaggio: ” Ieri ho messo su un banchetto nel parco vendendo originali al cento per cento firmati Banksy. Ciascuno per 60 dollari”. La bancarella è stata la tredicesima “installazione” del nuovo progetto, della durata di un mese, che l’artista ha ambientato nella “Grande Mela” e che ha denominato “Better Out Than In”. Molte delle installazioni che ne fanno parte sono state realizzate da Banksy sui muri della città, con graffiti che hanno mandato in visibilio i suoi ammiratori.