0 Shares 7 Views
00:00:00
11 Dec

Le mostre dell’autunno: dall’impressionismo al contemporaneo

LaRedazione
7 settembre 2009
7 Views

Se la calura estiva ha alzato le colonnine di mercurio delle città italiane ma non ha fermato i turisti e gli appassionati d’arte richiamati dai bollori legati alla Biennale di Venezia, quel che è certo è che l’autunno prima e l’inverno poi, non costringeranno in casa quanti si faranno incantare dal richiamo della cultura.

Gli appuntamenti in previsione per l’autunno sono davvero tanti e vari. Per quanti vedono l’arte contemporanea ancora come qualcosa di non comparabile con l’estro degli ormai antichi Michelangelo e Monet, per esempio, vi sarà un’ampia scelta di possibilità.

Degno di nota è il programma del Mart (Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto) che accanto all’esposizione estiva di fotografie su New York della collezione del prestigioso Moma (sarà visitabile fino all’11 di ottobre), dal 19 di settembre e fino al 10 di gennaio ospiterà “Capolavori della modernità. La collezione del Kunstmuseum Winterthur”.

Il nome vi dice poco? Sicuramente il programma delle opere visibili vi sorprenderà. Il museo svizzero Kunstmuseum Winterthur ha infatti prestato al Mart ben 240 opere della storia dell’arte del XX secolo. Nomi del calibro di Monet, Pissarro, Rodin, Bonnard, Sisley, Van Gogh, Cézanne, Picasso, Kandinsky, Klee, Magritte, Brancusi, Mondrian, Gerhard Richter, e altri  ancora, tutti insieme in un unico evento espositivo.

Se l’impressionismo non rientra nei vostri gusti e vi affascina maggiormente il genio ribelle del Caravaggio, le Scuderie del Quirinale di Roma ospiteranno dal 18 febbraio al 13 giugno 2010, “Caravaggio”, con opere provenienti dagli Uffizi, da Villa Borghese e addirittura dal Metropolitan.

Il capoluogo partenopeo non tradisce la sua fama proponendo al Museo Archeologico Nazionale di Napoli la notissima Collezione Farnese: più di 300 sculture di arte classica. Dal 18 settembre al 12 dicembre, l’Ercole di Lissippo e il famigerato Toro Farnese potranno essere ammirati nella loro magnificenza.

E se invece è ancora il contemporaneo che richiama la vostra attenzione, sicuramente da non perdere è la mostra del premiato artista italiano Stefano Arienti che dal 9 di settembre al  6 di gennaio espone a Mantova ben 15 installazioni del suo "Arte In-Percettibile. Stefano Arienti a palazzo Ducale".

E ancora Lara Favaretto che al Gamec di Bergamo  dal 4 ottobre al 31 gennaio presenta un’installazione intitolata "Monumento Momentaneo" e che rientra nella prima edizione di Twister, iniziativa di raccordo di 10 musei lombardi sul tema dell’opera site specific.

Ovviamente la stagione autunno-inverno non si ferma qui: l’esplorazione artistica del nostro stivale conserva ancora moltissimi pertugi pieni di interesse.

Vi consigliamo anche