0 Shares 11 Views
00:00:00
18 Dec

Luisa Rabbia in mostra a Torino fino al 20 Settembre

LaRedazione - 15 luglio 2009
LaRedazione
15 luglio 2009
11 Views

La Fondazione Merz di Torino ospita fino al 20 di settembre la prima personale in Italia di Luisa Rabbia, giovane artista di Pinerolo (TO) che vive e lavora ormai da diversi anni a New York. In viaggio sotto lo stesso cielo, questo il nome della mostra, propone un vero e proprio percorso, tra surreale e reale, ricordo e mondo dell’immaginario. Il progetto curato da Beatrice Merz si compone di tre lavori, due installazioni e un video che vanno a costituire una sorta di diario di viaggio.

Nei circa 26 minuti di “Travel with Isabella. Travel scrapbooks 1883-2008”, scorrono le immagini in sequenza ispirate al viaggio che la collezionista Isabella Stewart Gardner fece in Cina nel 1883. La sequenza animata monta insieme quello che è oggi la Cina e quello che è stata anticamente la terra dei dragoni; fonde disegni e stralci di realtà, altera il visibile con la potenza dell’immaginario.

Nella porcellana plasma "The following day, no one died". Qui l’artista racchiude un embrione umano in un groviglio di arterie in terracotta che culminano con la riproduzione ingigantita dell’elettrocardiogramma del padre.

Il tema della creazione si ripete in "Twins" dove l’artista riproduce due gemelli ancora nell’utero materno. Tutto quello che produce vita, tutte le arterie che in sé trasportano sangue, nutrimento, si trasformano poi in reticoli soffocanti e in questa ragnatela si sviluppano culture e civiltà in una sorta di incontro-scontro.

È a questo concetto che si rifà la serie "Under the same sky". Sotto uno stesso cielo infinite realtà che collimano e si oppongono al tempo stesso. La realtà multietnica dell’ambiente torinese emerge, come radice dal sottosuolo comune della coabitazione. In queste foto l’artista disegna uomini soli, in ambienti per lo più ostili, ripari fortunosi fatti di cartone o di semplici coperte.

La realtà che è spinta dal sogno, ed è qui, in questa idea che si fondono tutti i pensieri che alimentano “In viaggio sotto lo stesso cielo”.

Loading...

Vi consigliamo anche