1 Shares 15 Views
00:00:00
11 Dec

Fumetto: arriva il film “Noi, Zagor”

Gianfranco Mingione
23 settembre 2013
1 Shares 15 Views

Da Darkwood al cinema, arriva Zagor! È uno dei Personaggi storici della casa editrice Bonelli, ideato nel 1961 dalla matita di Gallieno Ferri e dallo stesso Sergio Bonelli (alias Guido Nolitta). Il Re di Darkwood, la foresta immaginaria del selvaggio west in cui vive Zagor, è protagonista di un film-evento scritto e diretto da Riccardo Jacopino. Un film dedicato a un fumetto che da cinquanta anni a questa parte continua ad emozionare e ad insegnare valori importanti: “Zagor non è soltanto un fumetto  è  un universo. Riccardo Jacopino lo descrive come mai nessun altro prima” – con queste parole Moreno Burattini, curatore di Zagor, racconta il personaggio e il film. In esclusiva la prima clip del film!

Un fumetto che attraversa tante generazioni. Zagor appartiene al genere western, sebbene sia diverso dal “collega” Tex per l’aspetto più fantastico delle sue avventure. Ad oggi si consolida come un piccolo miracolo editoriale, al pari di fumetti più giovani come Mister No, Martin Mystère, Dylan Dog, Nathan Never e Legs Weaver. Un personaggio che continua a conquistare lettori e si prepara per il grande schermo grazie a Microcinema Distribuzione.

Chi è Zagor? Patrick Wilding, meglio noto come Zagor, figlio di un ufficiale dell’esercito ritiratosi a vivere da pioniere nei boschi del Nord-Est, vede morire i genitori per mano  di una banda di indiani Abenaki, guidati da Salomon Kinsky. Raccolto da uno strano filosofo vagabondo che si fa chiamare Wandering Fitzy e che gli fa da maestro, il ragazzo cresce desiderando la vendetta. Quando riesce ad attuarla, scopre, però, che il padre era stato a sua volta un massacratore di indiani e comprende la relatività dei concetti di Bene e Male. Questo lo spinge a trasformarsi in Za-gor-te-nay “Lo spirito con la Scure”o, più brevemente, Zagor: sempre pronto a schierarsi con i deboli e gli oppressi, combatte per la giustizia. Presa dimora nella foresta di Darkwood, Zagor inizia la sua opera pacificatrice, mitizzato dagli indiani, che lo credono uno spirito immortale, e rispettato dai bianchi che ben ne conoscono le doti.

[foto: www.sergiobonellieditore.it]

Vi consigliamo anche