0 Shares 31 Views
00:00:00
20 Feb

“Il Commissario Montalbano”: un successo senza tempo tra letteratura e fiction

Violetta Grieco - 15 febbraio 2018
15 febbraio 2018
31 Views
zingarettiCommissario-Montalbano-

È ricominciata  il 12 Febbraio una delle fiction Rai più seguite di sempre, “Il Commissario Montalbano” tratto dai romanzi di Andrea Camilleri. 

L’episodio ispirato al libro “La giostra degli scambi”  è stato visto da oltre 11 milioni di telespettatori con il 45% di share mentre su Twitter è entrato subito in Trending Topic.

Grazie alla casa editrice Sellerio, che ha reso celebre l’autore siciliano in un’età non più giovanissima, il personaggio di Montalbano ha preso forma dando vita alle indagini che ruotano attorno alla località di Vigata (in realtà inesistente), nello splendore della SiciliaMolteplici sono gli elementi che, anche nella trasposizione televisiva, permettono al lettore/spettatore di immergersi nell’immaginario dell’isola: le nuotate di prima mattina nelle acque meravigliose, il sole accecante ed i favolosi piatti hanno reso unico il personaggio del poliziotto.

Una delle cifre stilistiche dello scrittore siciliano, trasposta poi sul piccolo schermo, è sicuramente quella della lingua: è l’insieme di molteplici dialetti siciliani mescolati con l’taliano; alla fine di ogni libro per agevolare la lettura è spesso presente un piccolo dizionario. I temi affrontati nei libri e ripresi sullo schermo sono stati diversi: la fatica del viaggio dei migranti arrivati in Italia, le organizzazioni di stampo mafioso, le vittime delle violenze femminili ed è proprio grazie alle creazioni di Camilleri che ci siamo appassionati tutti a questo prodotto Rai.

Gran parte del successo del “Commissario Montalbano” è dovuto indubbiamente all’attore Luca Zingaretti che dal 6 maggio 1999 è entrato nelle nostre case grazie al suo carisma ed alla sua interpretazione, facendoci innamorare del suo personaggio.

Come affermato dallo stesso Zingaretti parte del successo è dovuto anche all’ affiatamento del cast che si sente legato come una famiglia: Mimì, Fazio, Livia e Catarella ci piacciono tanto proprio perchè sono personaggi che rappresentano tutti i nostri difetti e ce li rendono vicini a noi. Quest’estate è venuto a mancare l’attore Marcello Pernacchio che interpretava il dottor Pasquano ma gli autori hanno trovato un espediente per farlo vivere mantenendo ugualmente la sua figura, troppo cara agli spettatori.

Non ci resta far altro quindi che sintonizzarci su questa fiction Rai i prossimi lunedì, aprire uno dei libri scritti da Camilleri e sognare di essere anche noi in Sicilia.

Foto: www.davidemaggio.it

Loading...

Vi consigliamo anche