0 Shares 11 Views
00:00:00
16 Dec

Amy Winehouse, in libreria la biografia ufficiale scritta dal padre Mitch

dgmag - 26 giugno 2012
26 giugno 2012
11 Views

E' passato poco meno di un anno dalla morte ma ecco che arriva in libreria il libro Amy, mia figlia, la biografia di Amy Winehouse scritta dal padre Mitch Winehouse.

Nel libro Mitch racconta molti particolari della vita, pubblica e privata, della figlia raccontando il suo amore per la musica e soffermandosi sulla sua dipendenza da alcol e droga dovuta, sostiene il padre, alla frequentazione con l'ex marito Blake Fielder-Civil che secondo l'uomo è stato la causa di tutti i mali della figlia.

L'uomo vuole anche sottolineare, in un'intervista a Repubblica, come la figlia non sia morta per overdose e nemmeno per via dell'alcolismo dal momento che si era disintossicata ed è stata proprio questa disintossicazione ad aver portato ad uno "scompenso di elettroliti" che ne ha causato la fine come ha voluto sottolineare in un'intervista a Repubblica.

Mitch Winehouse sostiene anche che la figlia mentre era in riabilitazione per disintossicarsi era continuamente vittima di personaggi che volevano recapitarle della droga in clinica e accusa il sistema penitenziario inglese di non controllare i detenuti e lasciarli drogare perché in questo modo sono passivi e meno inclini a fare disastri.

L'uomo sostiene che potrebbero esserci altri inediti scritti e cantati dalla figlia prima di morire ma che il suo computer è stato rubato per cui molto materiale potrebbe essere andato perso o essere finito nelle mani di chissà chi; il materiale nelle mani dei produttori, invece, deve essere comunque approvato dalla famiglia prima di essere eventualmente messo in vendita.

Amy Winehouse è morta a 27 anni, la stessa età di Jim Morrison, Jimi Hendrix, Janis Joplin e altre rockstar ma per il padre non c'è alcuna maledizione se non una morte che accomuna queste persone.

Mitch Winehouse si occupa ora della Amy Winehouse Foundation, un'associazione a favore dei bambini disagiati e i proventi della vendita del libro edito da Bompiani andranno tutti alla Fondazione.

Loading...

Vi consigliamo anche