0 Shares 16 Views
00:00:00
18 Dec

Certezze provvisorie di Cristina Cattaneo

dgmag - 7 maggio 2010
7 maggio 2010
16 Views

Negli ultimi anni è andata crescendo l’attenzione di giornali e tv nei confronti delle cosiddette scienze investigative, discipline che popolarissime fiction dipingono come praticamente infallibili. Se lo fossero davvero, non dovrebbero esserci casi irrisolti. In realtà, non è così.

Cristina Cattaneo, una delle più note antropologhe forensi del nostro paese, ci spiega invece come i più moderni metodi investigativi non sempre siano in grado di rivelarci la verità su un reperto o un ritrovamento. La realtà con cui l’autrice si confronta quotidianamente è molto più complessa di come sembra, e richiede, oltre a strumenti di analisi innovativi e a una grande dose di intuito, una profonda consapevolezza dei limiti e delle imprecisioni della scienza.

E il motivo per cui il dato scientifico non è sufficiente lo scopriamo attraverso i tanti casi che la Cattaneo e il suo team si sono trovati ad affrontare nel loro lavoro.

Dalla vicenda dello scheletro rinvenuto in una discarica abusiva alle indagini commissionate dalla Chiesa su alcune ossa di santi; dalla storia di una madre uccisa, fatta a pezzi e nascosta dal figlio in cantina al misterioso ritrovamento di una necropoli del Seicento nel centro di Milano, sono tanti i casi in cui la patologa analizza resti umani, nel tentativo di ricostruire gli ultimi momenti di vita delle vittime e di individuare le cause della loro morte.

E dietro a sopralluoghi, messa a punto dei macchinari, analisi di laboratorio, il libro ci restituisce, con sguardo toccante, le storie di persone morte tragicamente e le esistenze di uomini, medici e tecnici, che lavorano per restituire un’identità a scheletri abbandonati di cui non è rimasto neppure un brandello di memoria.

Con l’umiltà di chi sa per esperienza che nessuna scienza può dirci con certezza la verità, Cristina Cattaneo ci racconta dall’interno un mondo affascinante e misterioso, fatto di razionalità e di complicate formule fisico- matematiche, ma anche di passione e tenacia, di frustrazione e coraggio.

Loading...

Vi consigliamo anche