0 Shares 8 Views
00:00:00
13 Dec

Come baciare il rospo giusto di Laurie Graff

11 marzo 2010
8 Views

Kerrie Kline ha provato tutti i rospi disponibili, ma quando arriva il momento di scegliere quello giusto il suo stagno sembra oramai prosciugato.

Tra un lascivo avvocato incontrato su internet e un bugiardo ammaliatore giramondo, la frustrazione di Karrie è salita alle stelle, tutti i sogni di incontrare il principe azzurro sembrano destinati a diventare solo un terribile incubo. Ma Karrie ha un’ultima carta da giocare.

Irresistibile attrice qual è, Karrie trasforma i suoi disastrosi appuntamenti in un incredibile show di successo.

Purtroppo per lei le cose sembrano andare di male in peggio: il divertentissimo programma l’ha trasformata in una sfigata cronica con cui nessuno vuole più uscire… Anche i vecchi rospi se la stanno dando a gambe levate. A Karrie non rimane che riflettere su se stessa per capire come ha fatto ad arrivare fin lì.

Dal primo microscopico girino all’ultima ingombrante lucertola cornuta, Kerrie passa in rassegna tutto il suo passato per capire che forse ne ha abbastanza di principi e principesse, il suo rospo giusto è lì, a un passo da lei.

DECAROSPO
• I rospi appartengono a una classe di animali vertebrati nota come amphibia, dal greco “doppia vita”. È quindi impossibile individuare la regola per la cattura del rospo giusto, anche perché, quando si parla di rospi, l’unica regola è che le regole non esistono.
• Data l’infinita varietà di rospi esistente, va da sé che lì fuori, da qualche parte, deve esserci quello fatto apposta per ognuna di noi.
• Se proprio non vuoi tenerti il rospo che ti è capitato, prova a vedere se riesci a darlo via, di sicuro ci sarà qualcun’altra che vorrà prenderselo.
• I rospi non si accoppiano tutti allo stesso modo e questo aspetto della loro vita è molto interessante da studiare.
• Ogni volta che arriva un nuovo rospo è essenziale mettere in quarantena tutti gli altri, se si vuole evitare che il nuovo arrivato contagi gli esemplari sani presenti nella vostra collezione.
• Il tatto è il senso più sviluppato nei rospi e gli input che ricevono attraverso di esso si trasmettono direttamente a tutti gli altri sensi.
• Ai rospi andrebbe sempre fatto un test del cibo, perché se hanno problemi di alimentazione probabilmente ne nascondono altri ancora più seri.
• La maggior parte dei rospi è presbite, il che significa che vedono bene gli oggetti molto distanti, ma non si accorgono nemmeno di ciò che hanno proprio sotto il naso.
• Una richiesta di aiuto mette i rospi in allarme ma non li spinge all’azione.
• I rospi fanno parte del nostro ecosistema, il che vuol dire che qualsiasi cosa succeda a loro, ha degli effetti anche su di noi. Tra noi e i rospi esiste quindi un legame profondo.

[Acquista Come baciare il rospo giusto di Laurie Graff cliccando qui].

Vi consigliamo anche