0 Shares 3 Views
00:00:00
11 Dec

Decreto intercettazioni telefoniche, firma online l’appello di Laterza

19 maggio 2010
3 Views

Laterza ha lanciato un appello a favore della libertà di stampa nel suo rapporto con i libri, in relazione alla prossima approvazione del disegno di legge 1425 contenente le norme in materia di intercettazioni telefoniche, telematiche e ambientali.

Secondo Laterza "la legge rischia di compromettere un diritto dei cittadini, tutelato dalla nostra Costituzione: quello di informazione e di critica. Ci riferiamo in particolare alle modifiche alle disposizioni attualmente vigenti in merito alla possibilità di pubblicare una sintesi degli atti giudiziari (che siano intercettazioni o interrogatori o qualunque altro documento) non più coperti da segreto prima della conclusione dell’udienza preliminare".

"Riteniamo dunque che il nostro paese corra il rischio di una grave limitazione della libertà di stampa, parte essenziale di uno Stato di diritto liberale e democratico. E questo vale non solo per i giornali ma anche per i libri, che svolgono anche in Italia una funzione essenziale per consentire ai cittadini una scelta democratica libera e consapevole", scrive Laterza.

Concludendo che "ancor più grave sarebbe poi l’effetto sulla società civile. Come chiarito dalla Corte europea dei diritti dell’uomo, la cronaca giudiziaria è essenziale in democrazia per consentire ai cittadini di verificare il corretto funzionamento della macchina della giustizia. Privati delle informazioni necessarie non potrebbero formarsi una opinione equilibrata sulla legittimità delle azioni intraprese dalla magistratura, come invece nei recenti casi sopra citati la cronaca giudiziaria ha consentito loro di fare".

L’appello è stato firmato da tantissimi esponenti del mondo dell’editoria libraria, del giornalismo, della cultura e della società civile e si può aderire cliccando direttamente qui.

Vi consigliamo anche