0 Shares 16 Views
00:00:00
18 Dec

Essiamonoi di Giovanni Vernia, da Zelig alla letteratura

dgmag - 23 novembre 2009
23 novembre 2009
16 Views

Jonny Groove, un idolo per il popolo della notte, un mistero per gli altri, si confessa all’analista (senza spegnere il telefonino, naturalmente).

E sul lettino ci finisce insieme al fratello (gemello) Giovanni Vernia, che dall’infanzia ne sopporta l’ingombrante e rumorosa presenza, gli occhialoni bianchi, l’abbronzatura da "figo" del solarium.

L’esilarante botta e risposta dei due con una psicologa sull’orlo di una crisi di nervi svela una seduta dopo l’altra che nulla è come appare, che Giovanni fa quasi più ridere del già comico Jonny, che forse Giovanni…

L’autore Jonny Groove. Alla richiesta di un profilo biografico, scrive via sms: 2009: Gilez, Hollywood, Peter Pan (davanti alla porta, perché non mi hanno fatto entrare); 2008: Pacha e Amnesia, Ibiza (sono troppo avanti, lì in Francia!); 2007: Boh.
L’editore si limita quindi a far parlare i numeri: grande rivelazione di Zelig 2009; testimonial Smemoranda 2010; su YouTube, oltre mille i video che lo immortalano… e quasi un milione di fan su Facebook che gli dicono "Ti stimo, fratello!" O forse basta ancora meno: digitando "jonn…" in Google.it, il suo nome è suggerito prima di quello di Johnny Depp.

L’autore (quello vero) Giovanni Vernia (Genova, 1973). Dopo la laurea in Ingegneria Elettronica con il massimo dei voti e una carriera avviata, scuole e laboratori di teatro e cabaret entrano nella sua vita. Si sa come è andata a finire: adesso, anche lui come Jonny, dà un bel da fare a Google.it, dove compare prima di Giovanni Pascoli e Giovanni Verga (che per fortuna non lo sapranno mai).

Acquista Essiamonoi di Giovanni Vernia cliccando qui per aiutare DGMag a crescere!

Loading...

Vi consigliamo anche