0 Shares 11 Views
00:00:00
11 Dec

Francia: primi passi verso una legge anti Amazon

Michela Fiori
4 ottobre 2013
11 Views

La guerra delle piccole imprese locali contro i giganti della grande distribuzione sembra segnare un punto a favore dei piccoli esercizi commerciali: almeno per quanto riguarda la Francia e il settore librario. L’Assemblea nazionale francese ha dato il prima via libera a una legge che mira a sostenere le librerie di quartiere contro la concorrenza di rivenditori online, come il big dell’e-commerce Amazon.

La proposta, che dovrà passare all’approvazione del Senato prevede il divieto per gli operatori online di cumulare allo sconto del 5% autorizzato dallo Stato francese nel 1981 la gratuità delle spese di spedizione. La proposta legislativa segue una linea di difesa adottata dal governo francese e annunciata un anno fa: “La Francia – aveva dichiarato il ministro della Cultura francese, Aurélie Filippetti (foto)- proteggerà il tessuto sociale delle librerie dai giganti americani”. Nel corso dell’audizione all’Assemblea nazionale il ministro ha accusato Amazon di praticare sul mercato francese una strategia di dumping: una concorrenza sleale tesa a mettere fuori mercato i concorrenti.

Come prevedibile, Amazon ha da subito manifestato il proprio dissenso, affidandolo, secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, ad un comunicato. “Ogni provvedimento che porta ad aumentare il prezzo del libro – afferma il colosso delle vendite online – per prima cosa penalizza il potere d’acquisto dei francesi, e poi crea una discriminazione per il consumatore su Internet. “A essere danneggiati saranno anche i piccoli editori per i quali Internet può rappresentare una parte importante della loro attività.

Vi consigliamo anche