Il libro nero dei bambini scomparsi di Caterina Boschetti

Il Centro europeo per i bambini scomparsi e sfruttati a scopo sessuale cita per il 2005 ben 2438 nuovi casi in Europa, con un aumento del 7% rispetto all’anno precedente; scompaiono e, anche se si tratta della minoranza dei casi, a volte non vengono mai ritrovati.

Il 25 maggio è la giornata dedicata a loro, la Giornata internazionale dei bambini scomparsi, che per il terzo anno consecutivo ottiene il sostegno della Commissione europea, mantenendo inalterato il messaggio che vuole trasmettere: non dimenticare tutti i bambini che, nel mondo, risultano scomparsi, e diffondere speranza e solidarietà ai genitori che non hanno notizie dei loro figli e non sanno dove si trovano o cosa ne sia di loro.

In occasione della Giornata internazionale dei bambini scomparsi, Newton Compton manda in libreria Il libro nero dei bambini scomparsi di Caterina Boschetti, una sconvolgente inchiesta sulla sottrazione e il traffico internazionale di minori.

Attraverso la collaborazione con Polizia di Stato, Interpol e Ministeri dell’Interno e Giustizia, nonché tramite interviste con i familiari di bambini scomparsi, Caterina Boschetti si addentra nella selva delle ragioni nascoste dietro la sparizione di un minore: dalla fuga volontaria al sequestro di persona, dal traffico d’organi alla pedocriminalità.

Il risultato è un lavoro capace di superare i confini nazionali ed europei per offrire nuovi contributi al tema dell’infanzia negata; una situazione globale, e a tratti disperata, in cui, tra tentativi di estorsione ed episodi di riduzione in schiavitù – il bambino rischia di diventare il principale bersaglio di forme nuove e spietate di criminalità.

Caterina Boschetti è nata a Cesena nel 1977; è giornalista da dieci anni e ha collaborato con quotidiani, settimanali e riviste, nonché con una radio regionale.