Impubblicabile di Lester Bangs

Collaboratore delle maggiori riviste musicali degli anni Settanta, da Creem a Rolling Stone, per le quali ha scritto reportage, interviste, recensioni e stroncature epocali, Lester Bangs è considerato uno degli scrittori più rappresentativi della sua epoca e un’icona della controcultura americana.

Personaggio geniale e scomodo, ha stravolto il linguaggio della critica musicale grazie a un’innata capacità di parlare della musica con la voce appassionata e appassionante del fan, spostando l’epicentro del rock’n’roll da sopra a sotto il palco.

Ma Bangs ha rivolto la sua attenzione anche ad altri aspetti del proprio tempo, raccontandoli con lo stile visionario e dissacrante che caratterizza la sua scrittura.

Dopo due raccolte di articoli e interviste, ecco una scelta di suoi pezzi inediti: ricordi, confessioni, provocazioni in cui vediamo la mente e la penna inquiete di Bangs fare i conti con una serie di miti e tabù della società contemporanea.

Il sesso, la droga, il successo delle star, le temibili gang degli Hell’s Angels e l’assassinio di Bob Kennedy, il mito di Elvis e quello dei Sex Pistols: pagine troppo personali e anticonformiste per trovar posto sulla stampa di allora, ma troppo affascinanti per non essere offerte ai lettori di oggi.