0 Shares 6 Views
00:00:00
15 Dec

L’amore, un estate di William Trevor

28 ottobre 2009
6 Views

È un’estate sul finire degli anni Cinquanta a Rathmoye, cittadina nella campagna irlandese, e tutto scorre come sempre, tra la fiera del bestiame e qualche acquisto sulla via principale.

Ma basta poco per spezzare l’equilibrio. La presenza in paese di un giovane sconosciuto che si aggira in bicicletta con la macchina fotografica al collo genera sospetti e chiacchiere. Il suo nome è Florian Kilderry ed è giunto a Rathmoye per vendere la vecchia villa di famiglia.

Un’attempata signorina decide di tenerlo d’occhio, ed è proprio lei che, da poche parole innocenti scambiate per strada sotto gli occhi di tutti, intuisce il fiorire di un sentimento tra il misterioso Florian ed Ellie.

Ellie è sposata da qualche anno con Dillahan, un agricoltore che vive tormentato dal dolore per una tragedia che l’ha colpito in passato e che si dedica solo al suo lavoro per attutire lo strazio. Il silenzio assordante della vita solitaria che conduce, la nostalgia di un amore vero mai sperimentato, la monotonia della quotidianità accendono nell’animo innocente di Ellie una scintilla di passione verso Florian. E l’estate acquista nuovi, pericolosi colori.

William Trevor è nato a Mitchelstown, nei pressi di Cork. Trascorre la sua infanzia nei pressi di Cork, nell’Irlanda provinciale. Dal 1946 studia storia al Trinity College di Dublino. Il suo primo romanzo, A standard of Behaviour, viene pubblicato nel 1958. Sei anni più tardi The Old Boys riceve ottime critiche e l’Hawthornden Prize. Tra le sue opere The Children of Dynmouth (1976) e Fools of Fortune (1983), entrambi vincitori del Whitbread Fiction Award, The Silence in the Garden (1988) che vince lo Yorkshire Post Book of the Year Award e Two Lives (1991). Ha scritto anche numerose sceneggiature per la radio e la televisione, alcune tratte da racconti già scritti. Da molti anni vive in Inghilterra.

Loading...

Vi consigliamo anche