0 Shares 7 Views
00:00:00
14 Dec

L’arte di correre sotto la pioggia di Garth Stein

LaRedazione
7 aprile 2009
7 Views

A Enzo piace la televisione. Da quando Denny, il suo padrone, ha per sbaglio lasciato acceso il televisore
sintonizzato su Weather Channel, Enzo ha capito che quello era il modo per avvicinarsi di più al mondo degli umani.

La televisione, con i suoi documentari e con i suoi History Channel e Discovery Channel, è un insegnante perfetto per chi, come Enzo, ha tanta voglia di imparare e di capire tutto sul mondo.

Enzo, ovviamente, è un cane. E’ il cane di Denny nonché narratore di questa incredibile storia d’amore e di amicizia.

Denny è un pilota di automobili da corsa e Enzo è un misto tra una labrador e un chissà quale razza. Lui crede di essere figlio di un terrier ma forse, più che averne le prove, spera che sia così. Fino all’arrivo di Eve, Denny e Enzo hanno vissuto da soli creando un legame indistruttibile.

Attraverso la voce di Enzo leggiamo la storia dell’amicizia tra lui e Denny, la storia d’amore tra Denny e Eve, il momento della nascita di Zoe e la tragica morte di Eve.
E leggiamo di come Enzo, accortosi della malattia di Eve molto prima dei medici, abbia vissuto la cosa con frustrazione, incapace di poter dire alla sua famiglia come stavano realmente le cose.

Leggiamo inoltre della sua passione per le automobili, identica a quella di Denny, e di come grazie al suo amico sia riuscito ad imparare tutto quello che c’è da sapere sulle corse. Raccontando la sua storia, Enzo applica questi insegnamenti alla vita e ci mostra un punto di vista unico: quello di un cane colto, sensibile e con tanta, tantissima voglia di esprimersi e di assomigliare il più possibile ad un essere umano.

Enzo invecchierà con Denny e con Zoe e, una volta ammalatosi, svelerà il suo piano: morire per reincarnarsi in un uomo e per lasciare libero il suo migliore amico.

L’arte di correre sotto la pioggia è stato considerato intelligente, creativo, magico. Seguendo la scia di Io e Marley e dando voce al migliore amico dell’uomo, Garth Stein ha rinnovato un filone che da qualche anno sembra essere molto in voga.

Vi consigliamo anche