La Rowling in causa contro Harry Potter Lexicon

J.K. Rowling ha intentato causa all’Harry Potter Lexicon, enciclopedia di sette volumi sul maghetto occhialuto che doveva uscire in versione cartacea per l’editore Rdr Books in sette volumi.

"Sono molto seccata dall’idea che un mio fan possa sfruttare il mio lavoro per lucrare un bel po’ di soldi", ha commentato J.K.Rowling presentando i documenti a New York.

Ma gli avvocati della Rdr Books hanno subito fatto sapere che "la possibilità di scrivere una simile opera è da tempo un genere riconosciuto" e "non c’è nessuna copiatura dei sette libri nè viene rubato niente al mercato ufficiale di Harry Potter" in quanto si tratta di "un’attività letteraria legittima".

La Rowling ha ribattuto invece che secondo lei si tratta di un’impresa editoriale illegittima in quanto anche lei, che ha creato il personaggio, sta progettando un’enciclopedia di Harry Potter basata su materiale pubblicato nei romanzi e documentazione inedita: "io sono molto protettiva, in primo luogo verso il mondo letterario che ho creato, secondariamente verso i lettoriche hanno comprato in così gran numero i miei libri", ha detto la Rowling.

Detto da una che ha venduto nel mondo 400 milioni di copie complessive di Harry Potter suona strano pensare che si definisca "protettiva" nei confronti dei suoi lettori e dei suoi libri; noi la crediamo "protettiva" più nei confronti del suo conto in banca che di altro…

L’enciclopedia online presenta anche una versione francese e una spagnola ed è stata scritta da Steve Vanders Ark.